COMPUTER IN TILT ALLA POSTA. DISAGI

posta_turi
Ieri, 4 marzo, mattinata di disagi presso l’ufficio postale di Turi. Tutta colpa di un guasto che ha messo ko i computer che sono rimasti bloccati per qualche ora. Ci sono giunte diverse telefonate di utenti che, per poter effettuare i versamenti, si stavano recando nei paesi vicini o all’Ipermercato Auchan. Avendo potuto telefonare solo il primo pomeriggio e, non avendo trovato il direttore, abbiamo tentato di metterci in contatto con qualche impiegato che, con estrema gentilezza, ci ha riferito: “Per meno di tre ore non si sono potuti utilizzare i computer, i tecnici li hanno aggiustati e ora funzionano bene. Il disagio ha riguardato soltanto gli utenti già in coda che pretendevano di essere serviti.”
E il tentativo del consigliere di maggioranza, Michele Boccardi, di ottenere l’apertura di un’Ora a pomeriggio, dal direttore provinciale di Poste Italiane, dottor Giancaspro, com’ è andato? “Il pomeriggio, per il momento, è sempre chiuso, in attesa di una risposta positiva dalla direzione.” Intanto apprendiamo che tutti i portalettere stanno lavorando bene sotto la direzione di un ufficio preposto che sta a Putignano. Fanno addirittura 5-6 chilometri per portare la posta fino alla contrada “la ninna”. Tutti gli uffici postali devono fare recapitare la posta a domicilio, fosse anche in montagna: c’è una circolare a tal proposito che parla chiaro. “Da Putignano arriva la posta qui a Turi già impacchettata e smistata zona per zona, tutto a vantaggio dei portalettere e dell’utenza. Portalettere che sono migliorati e a volte fanno due volte il giro.”Ricevuto il messaggio: l’utente turese insomma, d’ora in avanti, non si potrà più lamentare.