FINISCE CON DUE RUOTE SUL MURETTO A SECCO

INCIdente0

È avvenuto giovedì 3 marzo, intorno alle 14.30, l'ennesimo incidente sulla SP 132 (Turi -Sammichele) in territorio turese. Stavolta non in quella maledetta curva a circa 1,6 km di distanza dal centro abitato di Turi, che miete vittime periodicamente, ma appena fuori dal paese, subito dopo gli svincoli per l'accesso e l'uscita dalla circonvallazione (SP 215).

Il mezzo, un'Opel Meriva guidata da un uomo sulla quarantina, nello svoltare a destra, in direzione Sammichele, ha evidentemente affrontato con troppa velocità la curva finendo con tre ruote sul muretto a secco della corsia opposta.  Un'altra ipotesi della dinamica dell'incidente potrebbe essere quella che l'automobilista, procedendo comunque ad alta velocità, abbia incontrato sul suo percorso un mezzo agricolo e, per evitarlo, ha sterzato di colpo perdendo il controllo dell'auto finendo in malo modo la sua corsa come abbiamo già descritto.

Sul posto non abbiamo rilevato la presenza di forze dell'ordine. Piuttosto è stato facile capire che il malcapitato ha provato a risolvere da sé la questione con mezzi ausiliari, quali un trattore e un'altra auto, che grazie a due corde hanno agevolato il ritorno su quattro ruote del suo mezzo, visibilmente ammaccato in tutta la parte anteriore sinistra.

Come si evince dalla foto, proprio in quel punto il muretto a secco non presenta lo stato originario, bensì una vistosa falla; questo ha fatto si che le pietre calcare facessero da rampa all'automobile che ha evitato un impatto violento.

Un incidente che ci riporta alla mente quanto scritto sui nostri siti pochissimi giorni fa a riguardo della petizione popolare nata proprio per sollecitare la messa in sicurezza di questa strada. Leggi qui l'articolo.

132