Ciliegie, al via la raccolta delle primizie

ciliegie

Coldiretti Puglia: “Produzione dimezzata con qualità e calibro straordinari”

L’annata cerasicola, da pochi giorni entrata nel vivo, si presenta all’insegna della qualità. Rispetto all’anno scorso, la produzione delle primizie Bigarreaux e Georgia, seppur dimezzata dalle gelate, si contraddistingue per qualità e calibro straordinari. Questa l’analisi di Coldiretti Puglia, che prevede per le “Ferrovie” prospettive ancora più rosee.

Uno scenario incoraggiante che, tuttavia, deve fare i conti con una serie di criticità. Le principali, secondo l’associazione dei coltivatori, sono la presenza di varietà obsolete e, in parallelo, la scarsa sperimentazione di nuove varietà, interessanti per i mercati nazionali e d’esteri; la difficoltà a reperire manodopera, il balzo dei costi di produzione e la grave siccità.

A queste problematiche sistemiche del settore cerasicolo – che hanno spinto a chiedere la convocazione di un tavolo regionale urgente – si aggiungono gli attacchi della temuta Drosophila Suzukii, il moscerino che causa gravi e irreversibili danni alla ciliegia e, in generale, ai frutti con buccia sottile. Secondo gli studi condotti da Coldiretti, una strategia vincente per arginare l’assedio del “moscerino killer” è investire nell’introduzione di antagonisti naturali, come l’imenottero Ganaspis Brasiliensis.