OCCHIO SUI PERSONAGGI DELLA SETTIMANA

salato1

Voto 10:  Onofrio Resta. Nominato assessore alle Attività produttive alla Provincia di Bari. Tutti lo cercano. E lui si concede. Un’ intervista non si nega a nessuno. Addirittura va in diretta su Turiweb intervistato da Nicola Teofilo. Deciso. Sicuro di sé. Risponde a tutte le domande, persino ad una domanda provocatoria di Occhiosalato. Complimenti e ad maiora.

Voto 9: Giuseppe Mezzapesa. Presidente della Pro Loco da poco tempo, ma, con il suo entusiasmo e la sua voglia di fare, sta contagiando tutti. Sembra che la Pro loco abbia finalmente trovato l’uomo giusto al posto giusto. Ne vedremo delle belle. Sempre se dura…

Voto 8: Stefania Topputi. Chiamata a giocare in un torneo di beach volley  di serie A in quel di Vieste. Grande risultato sportivo per una ragazza che ha dedicato tutta se stessa alla pallavolo malgrado chi doveva aiutarla le trovava difetti a ‘iosa’. Stefania ha sognato e il suo sogno si è avverato.

Voto 7: Giovanni Palmisano. Ex docente di scuola media ora blogger per diletto, con un sito da 100 visite al giorno. Sempre in giro con la macchina fotografica al collo. Sempre pronto a scattare foto, sempre discreto e non invasivo. Per essere un ex professore di matematica, se la cava bene con i congiuntivi. E non è poco. A volte però, nei suoi articoli, gira troppo intorno all’argomento e l’argomento gli sfugge di mano.

Voto 6: Vito Donato Valentini. Il “ Grande Vecchio” della politica turese ruggisce ancora. Come prima, più di prima. Continua a masticare politica come pochi. Dà consigli a destra e a …centrodestra. Peccato che nessuno ne tenga conto.

Voto 5: Natalino Ventrella. Dicono di lui che sia un arrivista, un accentratore di sguardi, un procacciatore di visibilità, di interviste, di strette di mani, di complimenti, di consensi, di voti. Vuole fare carriera e si impegna da mattina a sera. Ma, nel diffondere se stesso, confonde e si confonde.

Voto 4: Pietro Salice. Il “suo” Partito democratico è crollato a picco. E lui, invece di rimboccarsi le maniche, si mette testardo e di buona lena ad… aspettare il congresso di ottobre. E’ finito già l’entusiasmo degli inizi? O è terminata la pazienza? O il giocattolo è fatto vecchio? Lo sapremo presto.

Voto 3: Gianfranco D’Autilia. Preso al mercato di riparazione di primavera, si è rivelato acquisto azzeccato, solo che Gianfranco, invece di aiutare il sindaco Gigantelli, ne ha preso addirittura il posto. Dibatte, presenzia, detta i tempi, organizza. Al sindaco gli ha lasciato solo la fascia tricolore e, per-di-più, ha oscurato la figura del vice-sindaco.

Voto 2: Nico(la) De Grisantis. Come tutti sanno, ha cambiato residenza. Adesso sta di casa e di bottega presso Facebook, da dove fa opera di convincimento sulla pericolosità della strada statale 172, come se tutti noi non lo sapessimo o non ce ne fossimo accorti. Ci chiediamo: tanti anni da sindaco  non sono bastati per allargarla? Ora tenta da “signor Nessuno” di farcela. Impresa, più che da Don Chisciotte, da Sancho Panza.

Voto 1: Onofrio Resta. Rovina tutto nell’ultimo minuto della video-intervista “sparando” ad altezza d’uomo sulla sagoma di Paolo Tundo. Inveisce in modo scorretto sul povero Paolo reo di aver dichiarato che Resta è stato il peggior sindaco di sempre. E il professore per ripicca lo “massacra” in diretta su Turiweb. Amen.