IL NUOVO MARCIAPIEDE LUNGO VIA RUTIGLIANO

marciapiede2

1° Novembre. Molte famiglie, anche quest’anno, dedicano la giornata festiva di Ognissanti a commemorare i propri cari, consapevoli che nel giorno successivo gli impegni lavorativi lo impedirebbero.

Sin da prima mattina il cimitero comunale, come accade in ogni paese, accoglie i visitatori che, in silenzio e con calma, portano il proprio omaggio floreale al caro estinto. A Turi, però, sin da ieri, in tanti hanno raggiunto il cimitero percorrendo il nuovo marciapiede. Realizzato in poche settimane, esattamente per rispondere alle esigenze della comunità in queste giornate, il marciapiede agevola sicuramente la percorrenza di coloro (spesso anziani) che sono soliti raggiungere il cimitero a piedi.

Ma ricordiamo l’iter di questa costruzione? Sin dallo scorso luglio l’intero paese si era diviso in due sostenendo o criticando la scelta di realizzare questo marciapiede. Creato lungo un percorso che conservava da circa 50 anni alberi di gelso, ha scatenato commenti divergenti sulla possibilità di una sua costruzione che non minasse la vita della vegetazione.

marciapiede3

“Il marciapiede si poteva realizzare anche lasciando gli alberi” si poteva leggere in alcuni commenti apparsi sul nostro sito. “Chi lo dice che non pianteranno degli alberi nuovi dopo aver terminato la costruzione del marciapiede? Secondo me bisogna attendere prima di esprimersi...” – commenta un altro nostro lettore.

Effettivamente è possibile notare che i lavori non sono del tutto completati e sul margine del marciapiede è stato lasciato dello spazio da sistemare. Attendiamo pertanto il completamento del progetto lungo la strada di via Rutigliano, consapevoli che, comunque, oggi la percorrenza fino al cimitero è più agevole e più sicura per pedoni e conducenti.