AREA GIOCHI DI PIAZZA VENUSIO: DISASTROSA!

piazza_venusio_6

In seguito alla pubblicazione dell’articolo di denuncia delle condizioni dell’area giochi della Villa Comunale, un nostro attento lettore ci ha segnalato un identico, per non dire peggiore, problema che riguarda lo spazio giochi di piazza Venusio.

Prima di parlare, vi mostriamo le immagini raccolte.


Una situazione a dir poco disastrosa: pavimentazione saltata in diversi punti, illuminazione ormai in maggior parte inesistente e giostre danneggiate.

Una mancanza di cura non solo dei suoi frequentatori, ma soprattutto di coloro che dovrebbero vigilare sulle condizioni degli spazi pubblici. “L'amministrazione dovrebbe - incalza il nostro lettore – prendere i dovuti provvedimenti e ripristinare sia l'illuminazione che i vari giochi”.

Visibili sono la mancanza di alcuni gradini della scala che porta allo scivolo, come ci fa notare un papà preoccupato per i propri figli. “È un grande pericolo per i piccoli che vi salgono” - afferma. La pavimentazione, inoltre, in alcuni punti appare vistosamente danneggiata: parti che mancano del tutto e sezioni sopraelevate o eccessivamente consumate. Grande attenzione è inoltre da rivolgere alla lastra d’acciaio sulla quale scivolano i bambini. Come si evince dalle immagini, questa è staccata e ogni volta che un piccolo si appoggia e scende, sembra schiodarsi maggiormente dalla struttura col rischio che qualcuno, giocando, possa seriamente farsi male. La stessa lastra, ai margini, risulta tagliente ed è quindi un reale rischio per chiunque, non solo per chi vi gioca. I bambini, mossi dalla loro innata curiosità, non perdono occasione per vedere fino a che punto questa lastra si stacca. È infatti uno di loro che ci fa notare l’ampiezza dell’apertura.

Tutti i genitori i cui figli usufruiscono degli spazi di piazza Venusio richiedono un rapido intervento per ripristinare una situazione che ormai è divenuta disastrosa. Non più sicuri del luogo pubblico dove portare i propri bambini a divertirsi, preferiscono impedire loro di giocare in queste aree divenute pericolose.