Oratorio estivo, arrivederci al prossimo anno

ft (5)

Don Giuseppe Dimaggio ringrazia gli educatori, “segno di speranza e icona di bellezza”

Cala il sipario sull’annuale appuntamento con l’Oratorio Estivo, ridimensionato rispetto alle precedenti edizioni a causa dell’emergenza sanitaria ancora in atto. Il Covid-19, tuttavia, non ha fermato la tenacia del direttivo ANSPI (Associazione Nazionale San Paolo Italia) della parrocchia “Maria SS. Ausiliatrice”: non potendo programmare le consuete attività nel mese di luglio, si è deciso di offrire ai bambini qualche giorno di spensieratezza, contribuendo a “risvegliare l’entusiasmo che in questi mesi è rimasto silente”.

ft (1)

Così, dal 3 al 6 settembre, i cancelli dell’Oratorio si sono aperti per accogliere i bambini, “coloro che da sempre rappresentano l’anima della parrocchia”, e vivere insieme un percorso di formazione intitolato “Cercare l’essenziale”.

Le attività, ispirate al celebre racconto “Il piccolo principe”, hanno visto i giovani oratoriani impegnati in giochi e momenti di riflessioni, in compagnia di alcuni dei personaggi emblematici partoriti dalla penna di Antoine de Saint-Exupéry: il piccolo principe, la rosa, la volpe e l’aviatore. Rivivere le loro avventure, attraverso momenti ludici e di confronto corale, è stata l’occasione per ricordare il prezioso monito “non si vede bene che col cuore… perché l’essenziale è invisibile agli occhi”.

Accompagnati dalla vigile e premurosa guida di don Giuseppe e degli educatori, i partecipanti hanno potuto sperimentare un “percorso di fede e divertimento che diventa, ogni anno, occasione di scambio e di crescita”. Un percorso immortalato nelle splendide immagini, condivise dalla Parrocchia, che raccontano meglio di qualsiasi parola sia l’impegno degli educatori che la gioia dei bambini.

I ringraziamenti di don Giuseppe

A sugellare la breve ma intensa edizione dell’Oratorio Estivo, un messaggio di don Giuseppe Dimaggio che, attraverso la pagina Facebook della Parrocchia “Maria SS. Ausiliatrice, ha voluto ringraziare gli educatori, coloro che hanno reso possibile questa avventura.

ft (4)

«“L'Oratorio è in te: se sei vero figlio di don Bosco, troverai dove poterlo piantare e far crescere un albero magnifico e ricco di bei frutti”.

È quello che avete realizzato, carissimi Pierfrancesco, Margherita, Andrea, Francesco Dibari, Giulia, Barbara, Pierluigi, Tamara, Giuseppe Mirizio, Anna, Giuseppe Spinelli, Giangi, Maria Antonietta, Francesco Silvestri, Vincenzo, Francesco Pugliese, Giuseppe Diomeda, Ciccio, Alessia ed Emma.

Avete donato la vostra intelligenza, il vostro tempo, la vostra bravura, la vostra inventiva e... quando le cose si fanno insieme, riescono meglio!

Ad ognuno di voi vada il mio più caro e affettuoso ringraziamento per quello che avete fatto, ma soprattutto per quello che siete stati: EDUCATORI al servizio della Comunità e dei bambini che con gioia ed entusiasmo ci sono stati affidati.

Continuate, vi prego, ad essere per tutti noi segno di speranza e icona di bellezza.

Vostro don Giuseppe».