“Civiltà e solidarietà”, la lezione del Rotary Club

de carolis

L’Amministrazione dona una targa di ringraziamento ai rotariani di Putignano

Nella giornata del 25 giugno 2020, in qualità di assessore alla Cultura di questo Comune, ho partecipato alla cerimonia del passaggio del martelletto del Rotary club Putignano. Ringrazio il Sindaco per l’occasione concessami.

Durante la cerimonia è stata consegnata una targa di ringraziamento alla presidente Angela Alberotanza, presidente Rotary club Putignano 2018/2019, e al presidente uscente Tonio Frallonardo, per aver donato al Comune di Turi le giostrine presenti nella villa comunale.

Questo incontro è servito a consolidare in me un concetto che vorrei condividere con tutti Voi. Mi sono sempre chiesta se al mondo esistesse un modo per misurare il grado di civiltà di un popolo, dopo varie considerazioni, sono arrivata alla conclusione che il grado di civiltà di un popolo non si misuri soltanto dal grado di progresso raggiunto, sebbene esso sia un elemento importante, ma ritengo che il grado di civiltà di un popolo si misuri dalla capacità di avere rispetto per sé e per gli altri. Quindi ogni nostro comportamento, ogni nostra azione devono sempre andare nella direzione della civiltà dei comportamenti. Civiltà si sposa molto bene con solidarietà, ovvero quel gesto semplice che tende la mano a chi è in difficoltà ogni giorno. Con il vostro operato, ci insegnate che la solidarietà non è un palcoscenico dove esternare le proprie azioni, dove esaltare il proprio IO. Solidarietà è lavorare in silenzio, solidarietà è essere e non apparire.

Ho capito che il Rotary club è una famiglia, composita, che sa ascoltare, il più grande dei pregi. Siete un esempio di civiltà che affonda le radici nella storia che dobbiamo leggere e far conoscere. Quando avete fatto dono delle giostrine ai nostri bambini, come assessore di questo Comune, mi sono sentita onorata e orgogliosa di essere per un attimo parte importante di questa associazione. Avete regalato sorrisi e spensieratezza. Sono questi i gradini più altri della civiltà. Grazie.

Assessore Teresa De Carolis