TRÒNERE E FALDACCHEA, UN SUCCESSO… BAGNATO

foto_6

Si è tenuta nella serata di mercoledì 8 settembre, nonostante la pioggia, la “Sagra dei Trònere e della Faldacchea”, organizzata dalla Nuova Pro Loco con il patrocinio del Comune di Turi.

É stato previsto, all’interno del percorso enogastronomico, il Convegno sulle attività culturali all’interno dell’area trattamentale della Casa di Reclusione di Turi - Reazioni a catena nella chimica dell’anima: orizzonti di legalità”, dove hanno presenziato il Sindaco Vincenzo Gigantelli, il Direttore della nostra casa di reclusione Maria Teresa Susca, Monsignor Padovano, Arcivescovo della diocesi Conversano - Monopoli, e lo spettacolo Dance & Comix” a cura dell’associazione “Chi è di scena?!” di Ferdinando Redavid.

A causa del tempo poco clemente, il primo evento è stato spostato da piazza Capitan Colapietro nella Biblioteca Comunale dove c’è stata la proiezione del medio metraggio di 34 minuti “Un pranzo per sognare” sulla difficile esistenza dei carcerati, sui loro sogni e sulle loro preoccupazioni; il secondo annullato.

La segretaria della Nuova Pro Loco Rina Spinelli si è scusata per lo spostamento del Convegno in Biblioteca che purtroppo ha reso meno visibile il dibattito: “Ci scusiamo dei problemi tecnici per il mal tempo. Ci ha fatto molto piacere collaborare in una causa sociale così importante. Anche questa, infatti, è promozione del territorio, perché abbraccia un aspetto che fa parte della nostra realtà.”

Tante le realtà rappresentate con un proprio stand: l’UNITALSI, la “Brace Mobile” di Noci, la “Nuoca Macelleria” di Vito Gemma, lo stand con gli arancini (al ragù e piselli, al cotto e mozzarella agli spinaci e alle melanzane) di marchio “Sicilia Bedda” e con la “Birra Cruda” di Manfredonia ed, infine, la “Pasticceria delle Note”.

Le vendite dei prodotti tipici sono state eccezionali: è terminato tutto, ed è stato importante il calore della gente che pur di gustare un panino ai trònere, l’ha fatto sotto l’ombrello, riparandosi sotto l’Arco di Porta Nuova, quando ormai a fine serata, dopo il rinvio a data da destinarsi dello spettacolo, data l’impossibilità tecnica (scenografia e luci) di trasferirlo in altra sede, la pioggia è divenuta incessante.

Soddisfacente la vendita delle caratteristiche confezioni di dolci tipici della neo-pasticceria turese “Pasticceria delle Note” (è stata inaugurata in Via Di Vagno il mese scorso) che unisce la tradizione all’innovazione, sia nel gusto che nella forma; le ricette tradizionali presentano, infatti, piccole modifiche per essere più vicine al gusto dei giovani.

I dolci di sua produzione sono tutti ricoperti di cioccolato e sono, novità assoluta, senza glutine: ciò è importante per i celiaci.

Grazie alla sagra è stata visibile sul territorio l’UNITALSI con la vendita delle frittelle a scopo di beneficenza, per l’acquisto di un'auto per diversamente abili.

E‘ riuscita ad esporre in Piazza S. Nicola anche la pittrice Maria Grazia Carriero. Il tema dei suoi “Percorsi”, è stata una carrellata di quadri rappresentativi dell’evoluzione della sua ricerca artistica, dal figurato monocromo e fotografico, agli smalti dello stile più informale. Interessante è stata la riproduzione in “The Cell”, delle cellule così come sono viste al microscopio, in un dirompere di colori.

Ecco una fotogallery della serata: