Il veterano Trisciuzzi ritorna a correre a Pescara

122128825_1002059883606269_1884037055925073306_o

Dopo sette mesi esatti dal lockdown, l’attività podistica tenta una timida ripresa organizzando con tutte le precauzioni antiCovid possibili una gara a Pescara.

La Maratona D’Annunziana 2020 sarà ricordata come una gara coraggiosa, organizzata cioè con coraggio dalla Vini Fantini e dalla UISP in un momento in cui la seconda ondata di Covid sta avviluppando in maniera inquietante il nostro paese.

«Il segnale è stato dato: non siamo noi Runners gli “untori” – sottolinea la società D’Angela Sport – siamo persone che rispettano le regole, che applicano protocolli, che sono in buona salute, che hanno dimostrato senso di civiltà e di correttezza dando vita a una splendida manifestazione senza creare assembramenti e pericoli».

Della compagine turese, capitanata dal Presidente Silvano D’Angela, ha preso parte il veterano Leonardo Trisciuzzi che finalmente, dopo sette lunghi mesi, è riuscito ad assaporare quelle sensazioni e quelle emozioni che solo la corsa sa dare e che solo chi prende parte a competizioni può capire.

«Al termine della gara – commenta la società turese – Leo è come sempre riuscito a portare a termine i 21 km in maniera elegante; quasi commosso, perché una passione non muore mai, indipendentemente dagli ostacoli che possiamo trovare sulla nostra strada. La società e i compagni di squadra si complimentano con Leonardo per aver ritrovato la sua grinta e per aver raggiunto l’ennesimo traguardo della sua vita».