GIGANTELLI RISPONDE AI MANIFESTI "MALEDUCATI"

sindaco-gigantelli

Numerosi sono stati gli attacchi rivolti al sindaco e all’amministrazione comunale esposti sui manifesti che la scorsa domenica sono apparsi nel nostro Comune.

Sicuramente le accuse sono molte. Cambio di programma per la vendita dell’ex cinema Zaccheo; risanamento casse comunali; PUG (Piano Urbanistico Generale), preparato senza giuste regole; sostegno del direttore del noto settimanale locale. Queste critiche sono state dichiarate ingiustificate e insensate dal sindaco, dott. Vincenzo Gigantelli, e dall’intera Amministrazione comunale.

"Accuse rivolte con toni duri e poco educati, anche verso il direttore del noto settimanale Magistà, volti solo ad infangare azioni che solo oggi si presentano in accordo con l’operato dell’amministrazione, ma che in precedenza erano sicuramente in contrasto. "

Altro elemento poco chiaro al sindaco riguarda la firma dei manifesti. Oltre al logo del partito sotto riportato, risulta difficile capire da chi quel manifesto sia stato firmato. Fermo sul proprio operato e quello dei suoi collaboratori, risponde alle accuse dimostrando di lavorare per cercare di risolvere problemi ereditati dalle passate amministrazioni. “Noi pensiamo alla concretezza e non ai pettegolezzi, quelli li lasciamo a chi non sa cosa fare”.

Ha ritenuto infine fuori luogo e poco corrette le critiche rivolte a Michele Boccardi. Oltre che un caro amico, lo ritiene un valido politico e un abile imprenditore, in grado di poter gestire in maniera ottimale un’alta carica politica come quella che si prepara a conquistare.