CONSIGLIO CALDO PPDT ALL'OPPOSIZIONE

07092009

ROTTURA DEFINITIVA TRA PUGLIA PRIMA DI TUTTO E MAGGIORANZA

De Novellis accusa Boccardi. ASILO NIDO: Petrera propone petizione popolare per chiedere le dimissioni del sindaco.

Nel pomeriggio di ieri si è tenuto un consiglio comunale carico di sorprese. Dopo le comunicazioni da parte del Sindaco su alcuni finanziamenti per la manutenzione della scuola , il consigliere di maggioranza dott.ssa Domenica Lenato ha chiesto la parola per comunicare il passaggio del gruppo “La Puglia Prima di Tutto“, composto da se stessa e dai consiglieri Franco Petrera e Ippolita Spada, ai banchi dell’opposizione.

PPT E DE NOVELLIS ALL’OPPOSIZIONE - La decisione è stata presa dal gruppo e liquidata, a loro dire, da una ”cattiva osservazione da parte dell’amministrazione delle linee di programma”. Successivamente, il consigliere De Novellis è intervenuto confermando pure la sua adesione, come autonomo, alla PPT e di sedere sugli scranni dell’arcata opposta in aula consiliare.

ROTTURE PDL PPT - Le motivazioni apportate dall’ex assessore sono state fondamentalmente simili a quelle date dal suo nuovo gruppo e, per meglio chiarirle, ha anche fatto degli esempi: la priorità data alla demolizione e ristrutturazione dell’asilo di via Mola a scapito dei più urgenti lavori di urbanizzazione o le poco chiare  inesattezze di delibera del Direttore Generale.

De Novellis ha accusato Boccardi quale “elemento disgregante”. Nonostante il passaggio all’opposizione, il nuovo gruppo tiene a precisare di voler proseguire lungo la linea politica di centrodestra. I banchi  della minoranza hanno svuotato quelli della maggioranza, rimasta con appena cinque consiglieri.

ASILO NIDO: “IL SINDACO SI DIMETTA” - Risplendente ha accusato questa amministrazione di non fare niente per il bene della comunità, con la pretesa di voler “gestire un asilo nido molto costoso quando comunque non riesce neanche a ben coprire le spese dello Scuolabus”. Poi, suggerirà al Sindaco le dimissioni.

Della stessa opinione Franco Petrera, il quale è intervenuto dicendo che il Sindaco non ha la volontà di dimettersi; ancora più duro, lui propone una petizione popolare per chiedere le dimissioni del primo cittadino.

LE IMPRESSIONI DI SETTEMBRE - Leogrande ha giudicato poco corrette  le dichiarazioni rilasciate dall’Assessore Tateo su Turiweb. Sull’articolo “Impressioni di Settembre” Antonio Tateo ha accusato l’opposizione di essere maleducata e di fare ostruzionismo: il consigliere ha invitato l’assessore alla comunicazione ad astenersi, in futuro da simili affermazioni.

Il Sindaco ha preferito non rispondere agli interventi;  per lui parla il vice sindaco Franco D’addabbo invitando maggioranza e minoranza a smorzare i toni, all’impegno e alla collaborazione per il bene del paese. “La buona volontà dell’opposizione c’è sempre stata, il problema comunicativo è vostro”. Così gli farà eco, subito dopo, Leogrande.

L’OPPOSIZIONE ABBANDONA L’AULA - Si è poi continuato e terminato con l’approvazione degli argomenti all’ordine del giorno. Nell’ultimo punto, quello sulla conferenza di servizi riguardante la ditta Giuliani, è mancato il numero legale della maggioranza; l’opposizione ha abbandonato l’aula.