CONSIGLIO COMUNALE L’ASILO NIDO

07092009

Si è tenuto nel pomeriggio di ieri il Consiglio Comunale  Straordinario avente come argomento la variazione di Bilancio riguardante la ristrutturazione  dell’Asilo Nido di via Mola.

Andiamo per gradi e ricostruiamo l’iter di questo progetto.

Il comune di Turi ha ottenuto un finanziamento regionale  di 700 mila euro per la realizzazione di un asilo nido, il progetto era stato presentato nell’Ambito dei piano di zona  e approvato dalla Giunta regionale nel 2007 prevedendo il recupero e il completamento della struttura già esistente in via mola.

Il progetto dovrebbe essere finanziato per il 75% dal contributo regionale e la restante  con i fondi di bilancio. Ma stando alla relazione del tecnico incaricato la struttura fatiscente non può essere ristrutturata va quindi demolita, l’ulteriore spesa per la demolizione  è pari a 253.772,50. Quindi la demolizione e la ricostruzione verrebbe a costare circa 1.200.000 euro

La giunta comunale dopo una valutazione dei benefici che una struttura cosi rifatta porterebbe al paese ha deciso di procedere alla variazione di bilancio e  alla demolizione e alla ricostruzione dell’intero asilo.

Parere differente è stato quello del consigliere Petrera e  dei consiglieri d’opposizione Dott.ssa Resta e Dott. Leogrande i quali hanno precisato che il loro disappunto non è finalizzato a fare ostruzionismo ma solo a capire  se “ l’impresa vale la spesa” visto che i costi di gestione sono considerevoli  e si aggirano intorno ai 250.000 euro l’anno .

Per comprendere davvero l’utilità di questa struttura e di una tale spesa sarebbe necessaria  secondo la Dottt.ssa Resta anche una mappatura della situazione sociale che aiuti a capire le reali esigenze delle famiglie.

Secondo una stima poi la retta da pagare sarebbe di circa 400 euro mensili a bambino decisamente troppi, ribadisce il consigliere Leogrande. Un’esigenza invece più urgente potrebbe essere  quella di ampliare le strutture della scuola materna già esistenti   a favore delle sezioni primavera ossia sezioni che coprono la fascia di età 2/3 anni, infatti spiega il consigliere Resta si può sfruttare il finanziamento regionale anche per questa esigenza visto che a Turi quest’anno ci saranno le liste di attesa…

In sintesi la variazione di Bilancio necessaria a coprire le spese di demolizione  e ricostruzione del grezzo prevedono uno slittamento temporale dei lavori di urbanizzazione  rimandate nel 2010 a favore della realizzazione di questo progetto.

La seduta si è conclusa con il voto favorevole della maggioranza e del consigliere Ventrella, i consiglieri d’opposizione invece hanno lasciato la seduta.

Domani, mercoledì 9 Settembre 2009, altro Consiglio Comunale, vi aggiorneremo…