Fabio Topputi: “90 mila euro per promuovere il turismo”

Topputi

“Un progetto che renderà il nostro paese più attraente per visitatori e cittadini”

Nella giornata di mercoledì 18 settembre, il vicensindaco Fabio Topputi, delegato alle attività produttive e al marketing territoriale, ha partecipato all'incontro indetto dal GAL “Terra dei Trulli e di Barsento” per presentare l'avviso pubblico relativo alle "infrastrutture su piccola scala", rientrante nelle azioni previste dal Piano di Azione Locale.

«L’intervento proposto dal GAL – spiega l’assessore Topputi – punta a sostenere gli investimenti per rendere fruibili infrastrutture ricreative e turistiche. A titolo d’esempio, sarà ammessa a finanziamento la riqualificazione o la costruzione di piccole strutture attrezzate per la sosta dei turisti, prevedendo specifici spazi funzionali alle esigenze dei bambini e delle fasce deboli della popolazione. Dalle aree gioco a quelle relax, dagli spazi dedicati al pic-nic agli showroom, le possibilità sono molteplici e insieme alla Giunta valuteremo l’azione più coerente con le esigenze di Turi, in modo da presentare il nostro progetto entro metà ottobre».

«Questo avviso pubblico – prosegue il vicesindaco – si pone in perfetta linea con gli obiettivi che si è posta la nostra Amministrazione: diversificare e destagionalizzare l’offerta turistica, promuovendo di pari passo le tipicità locali e, dunque, stimolando lo sviluppo economico nelle zone rurali e non solo. Il tutto con la massima attenzione a tutelare il paesaggio, valorizzando gli ecosistemi connessi all’agricoltura e incentivando l’uso efficiente delle risorse».

«Inoltre – aggiunge l’assessore Topputi – trattandosi di un finanziamento a fondo perduto di 90mila euro, che coprirà per intero le spese sostenute per realizzare l’opera, sposa appieno il principio di realizzare interventi migliorativi del paese senza incidere sulle casse comunali».

«Questa è solo una delle azioni che il mio assessorato sta portando avanti con enorme impegno. Certo – chiosa il vicesindaco – i risultati al momento non sono visibili perché bisogna considerare che c’è un lungo lavoro “dietro le quinte”: occorre interloquire con gli enti sovracomunali e ottemperare a tutti i passaggi tecnici e progettuali. Tuttavia, assicuro che, una volta concluso l’iter burocratico, i benefici delle misure che questa amministrazione sta seguendo saranno più che tangibili per l’intera collettività».

FD