LE VERE FINALITÀ DELLA PISTA CICLABILE

2741552843_2caf77e515

Nell’ultima intervista  al Consigliere Dott. Denovellis si è affrontato l’ argomento Pista Ciclabile  realizzata secondo il Consigliere con” un senso compiuto cioè come itinerario di collegamento al Centro Sportivo Polivalente “, ma sarà davvero questo il senso della Pista?

Siamo voluti andare a ritroso per ricostruire l’iter del Progetto e del finanziamento, intervistando la Dott.ssa Tina Resta , consigliere di minoranza ed ex assessore dell’Amministrazione De Grisantis.

Ci spieghi come nasce questo progetto.

Con Delibera n. 176 del 31/10/2005 il Comune di Turi  partecipò  ai finanziamenti de la Misura 5.2 del POR Puglia insieme ai Comuni di Putignano, Castellana Grotte, Noci e Sammichele , in quanto il Bando era riservato ai Comuni con più di 30.000 abitanti, quindi l’unione fu necessaria ma non casuale in quanto  detti Comuni già dal 2002 avevano avviato il processo di attuazione degli strumenti di politica ambientale che proseguivano con le attività di attuazione dell’Agenda 21 locale.

La somma finale stanziata per la realizzazione della Pista Ciclabile fu di 95.681,40 Euro di cui 88.938,70 sarebbero stati finanziati dalla Regione e 6.697,70 Euro da Bilancio Comunale.

Le aree individuate  sarebbero state due , l’area perimetrale agli edifici scolastici e l’area intorno al centro storico, anche questa scelta non fu casuale ma fu in linea con le finalità richieste per il finanziamento ossia, “ la Misura 5.2 del POR Puglia è finalizzata all’aumento della fruizione dello spazio urbano da parte dei cittadini, sia per l’accrescimento della competitività dei sistemi urbani, sia per il rafforzamento della coesione sociale;miglioramento del sistema della mobilità interna ed esterna ai centri urbani, riducendo la congestione, l’inquinamento acustico ed atmosferico; miglioramento della qualità della vita nelle aree urbane con particolare attenzione ai bisogni dell’infanzia, all’integrazione sociale e alla lotta alla marginalità.”

Il Finanziamento però non sarebbe bastato a coprire la realizzazione di tutte le aree, per cui si poteva realizzare solamente una, quella intorno al perimetro della zona degli edifici scolastici , in linea con le finalità.

Con Delibera n. 28 del 25/02/08  però la Giunta Gigantelli sposta la realizzazione di quest’area in Via Cisterne.

Tirando quindi le somme?

Pista Ciclabile inutile, già deteriorata  ed elemento fondamentale non rispetto delle finalità del progetto.

Mappapistaciclabile

A voi i commenti...