UN CONSIGLIO COMUNALE PER L’EMERGENZA RIFIUTI?

ventrella_natale

Siamo in piena emergenza rifiuti, anche se il sindaco Gigantelli ha revocato la precedente ordinanza del 12 ottobre con la quale si disponeva lo stop immediato del conferimento dei rifiuti nei cassonetti. Il consigliere comunale Natalino Ventrella nella giornata di ieri, 13 ottobre, ha presentato al Sindaco la richiesta di convocazione del Consiglio comunale per discutere dell’emergenza rifiuti. Sull’argomento, ecco cosa ci ha dichiarato Ventrella. il quale, insieme a Sante Tauro e a Piero Colapietro, è al lavoro per costituire il laboratorio politico “Alcide de Gasperi”:

“L’emergenza rifiuti non è ancora terminata, né tanto meno risolta. Proprio questa mattina ho presentato al sindaco Gigantelli la richiesta di convocare quanto prima un Consiglio comunale monotematico. E’ un bene che nel consiglio comunale ci si confronti su problemi importantissimi come quello dei rifiuti e si cerchi di adottare le giuste misure, onde evitare ciò che è successo a Napoli e in qualche altra città del meridione. In un secondo momento si dovrebbero incontrare e confrontare tutti i rappresentanti dei 21 comuni del nostro bacino e cercare insieme delle soluzioni che si preannunciano non facili. Di solito sono ottimista ma questa volta no, sono pessimista. Se me lo permette, vorrei concludere facendo un appello ai turesi, affinché partecipino in massa al consiglio comunale sui rifiuti e anche a tutti gli altri consigli, invece sono sempre i soliti ‘quattro gatti’.”

Ma non crede che un po’ di colpa ce l’abbiano gli stessi consiglieri che spesso si soffermano troppo, magari su argomenti futili, annoiando i cittadini? Se tutti gli esponenti del Consiglio fossero più sintetici e le sedute consiliari di durata non illimitata, i turesi dovevano partecipare più volentieri e sarebbero di più.

“Concordo. I lavori vengono fatti bene dalle commissioni. Non ha senso dilungarsi troppo. Dobbiamo essere più pratici, diretti e bravi a risolvere i veri problemi.”