CONSIGLIO COMUNALE: SI' AI FINANZIAMENTI PER IL PIRP

CONSIGLIO_1700

Quello di ieri pomeriggio è stato uno dei Consigli Comunali più pacati da quando la giunta Gigantelli si è insediata. A parte qualche termine colorito del consigliere Petrera, come “porcata”, di cui parleremo in seguito, il resto della seduta è filata via liscia per quasi tre ore in un clima disteso e di dialogo quasi surreale.  Quindi, le premesse che avrebbero fatto pensare ad una burrasca, ed eventuali cambi sulla poltrona del vicesindaco, in realtà sono state disattese. Il Consiglio, malgrado si fosse vociferato nei giorni precedenti che non avrebbe avuto luogo, si è tenuto comunque in prima convocazione, “grazie alla presenza di alcuni consiglieri che hanno risolto i propri intoppi giornalieri data l’importanza degli argomenti”, così come ha spiegato il Sindaco.

Non si è discusso sul punto all’ordine del giorno relativo alla variante del Piano Particolareggiato degli Insediamenti Produttivi (PIP) a causa dell’assenza dell’Ingegnere comunale Campobasso. Pertanto, la discussione è stata rinviata al 13 o 14 settembre, quando sara’ riconvocato il Consiglio Comunale.

Si è discusso a lungo, invece, del PIRP (Piano Integrado di Riqualificazione delle Periferie). In ballo nella discussione 2milioni di euro di finanziamenti regionali (fondi FESR e FAS) da utilizzare per la riqualificazione dell’area dell’ospedale di via Conversano, sempre più vicino all’abbattimento. I successivi lavori dovranno cominciare improrogabilmente entro l'aprile del 2011, pena la perdita dei finanziamenti. Quindi, fino a quel momento, bisognerà trovare una nuova coccolazione per le realtà che sono insediate al primo piano della struttura del vecchio ospedale: parliamo della LILT, del 118 e della guardia medica.

Tutta la maggioranza ha risposto presente, tranne Valentini, non entrato mai nella discussione, ma contrario al momento della votazione e particolarmente vicino a Paolo Tundo in tantissimi momenti del Consiglio. Tutti astenuti, invece, i componenti dell’opposizione, che hanno considerato il provvedimento importante malgrado non si siano mostrati completamente soddisfatti.