VOCI DI PIAZZA: TUNDO ‘TAGLIATO’, PRONTO NATALINO?

ventrella

La politica non va mai in ferie a Turi. Il Ferragosto arriva e passa  sopra le macerie della politica nostrana. Evidentemente, ha lasciato il segno l’ultimatum di Paolo Tundo venuto fuori in una intervista rilasciata al direttore di Turiweb, Nicola Teofilo. Con questo ultimatum (o mi fanno fare il vice-sindaco rispettando gli accordi del 30 giugno o prendo atto della mancanza di rispetto nei confronti miei e dei miei elettori) Tundo ha dato un altro scossone  all’ambiente.

Qualcuno dell’Amministrazione pare stia già pensando che sia  meglio per tutti che chi di dovere pensi seriamente di “tagliare” Tundo, dimostrandogli che si può amministrare anche senza il secondo dei più suffragati. Avendo però una maggioranza risicata, se si vuole fare a meno di Tundo, hanno tentato e continuano a lavorare ad un difficile e improbabile riavvicinamento a Giacomo Valentini che, pare, abbia pronunciato l’ennesimo “no”.

Stiamo vivendo una fase uguale al calcio-mercato e Valentini lo vediamo nella parte di Maicon, non fosse altro che per una certa somiglianza fisica. Ora delle due l’una: o, dopo sant’Oronzo, il sindaco Gigantelli si arrende, decide che la misura è colma e va a casa, oppure si tenta l’ultima carta. E l’ultima carta ha un nome e un cognome: Natalino Ventrella.

Sembra che le prime sirene siano partite e arrivate a casa Ventrella. Natalino, rispetto a Valentini, sembra più accondiscendente. E sono in molti fra gli addetti ai lavori a credere che subito dopo  sant’Oronzo, Natalino possa fare il “grande salto” e approdare nelle fila dell'Amministrazione. Da decidere ancora con quale assessorato. Vedremo. Se son rose…