Lunedì 22 Ottobre 2018
   
Text Size

PRESENTATO IN BIBLIOTECA "COME PIANTE TRA I SASSI"

foto_mariolina_21
Un pubblico giovane (la prima e la seconda A della Scuola Media “R. Resta”) quello che ha partecipato all’incontro con Mariolina Venezia, organizzato presso la Biblioteca Comunale, il 5 gennaio, dal Presidio del Libro di Turi, che ha presentato il suo ultimo libro “Come piante tra i sassi”.

Mariolina Venezia ha vinto il premio Campiello nel 2007 con il romanzo Mille anni che sto qui, edito da Einaudi, saga familiare ambientata a Grottole, un piccolo comune della Basilicata, che narra le vicende umane di cinque generazioni dall’Unità d’Italia fino alla caduta del muro di Berlino.

Come piante tra i sassi è un libro sorprendente, originale e divertente al tempo stesso.

C’è un parallelo tra il titolo ed il carattere dei lucani che sono tenaci e non mollano mai, abituati come sono alle avversità: sono piante “vitali” che, nonostante le circostanze, riescono a crescere.

Hanno letto i ragazzi: Antonio, Morena e Maurizio.

Dopo il loro intervento, l’autrice ha sottolineato l’enorme piacere avuto dalla loro partecipazione: “Mi piace più quando leggono i ragazzi che gli attori. Antonio sentiva la frase, il ritmo, ed è riuscito a dare l’ironia giusta a quello che stava leggendo, più di un attore che, invece, interpreta.”

Il nuovo libro di Mariolina Venezia è un giallo che ha come protagonista Imma Tataranni che è un sostituto procuratore che segue un’indagine di omicidio. Imma è un antieroe. A differenza degli altri detective non è dotata di grande intelligenza: è una persona comune. Crede in se stessa così com’è, e questo è il suo punto di forza. Non è bella, non è ricca, non aveva mai otto a scuola. Nonostante tutti i suoi inciampi è quella che arriva a delle conclusioni, se pur insperate.

Lei desidererebbe scoprire una verità che intravede (la manifestazione dei potenti): non ha le prove per dimostrarla ma è quella che fa più strada rispetto alla sue compagne di scuola.

Interessante è il tema dei giovani che rincorrono ideali futili, che vogliono apparire, andare in televisione, che vogliono essere più personaggi che persone.

Come piante tra i sassi è il frutto del mio libro precedente dove parlavo della Basilicata. Avevo il desiderio di affrontare la contemporaneità di una regione piena di contrasti. Il mio primo documentario ‘Matera o la memoria rimossa’, parlava della mia terra, attraverso i ricordi della gente, la loro storia personale ed emotiva. Per parlare della Basilicata di oggi, dovevo parlare dei conflitti sul lavoro. Descrivo questi paesaggi perché parlano da soli, comunicano e raccontano tante storie. L’amore per la propria terra ha fatto unire i lucani per bloccare l’imposizione di mettere le scorie nel proprio territorio. Questa vicenda mi ha fatto pensare al carattere di Imma che vince solo per la forza che ha. In questo libro vince, infatti, l'essere se stessi.”

Commenti  

 
SNOOPY
#3 SNOOPY 2010-02-10 20:36
Sono d'accordo con Pamela, che c'azzecca il commento di Santino con la presentazione del libro "Come piante tra i sassi" di Mariolina Venezia?
Grazie a Turi web e i collaboratori tutti si conoscono le notizie in tempo reale e si da voce a chiunque, però per carità, non usciamo fuori tema.
P.S. Di Turi web è da apprezzare anche la funzione del***moderatore***
Citazione
 
 
Pamela
#2 Pamela 2010-02-10 14:46
Sminuire la cultura significa sminuire i contenuti!
Che c'entra la guerra, il controllo sociale, con un libro che può far evadere dai problemi sociali e far stare semplicemente bene?
Santino quello che dici è interessante ma perchè non hai pensato di scrivere una lettera alla voce del paese, invece, che scrivere un commento che non c'entra con l'articolo?
Citazione
 
 
Santino Bianco
#1 Santino Bianco 2010-02-10 01:53
Ma questo Turi Web è un notiziario o no? Visto che l'Italia e il Mondo intero è in guerra dovremmo dare notizie più serie!Un esempio; la massoneria che con un piano demoniaco ( pianificato da oltre 700 anni) che punta alla globalizzazione mondiale per una dittatura globale! Un Obama Presidente che vuol farci credere che chi unque può diventarlo! Guardate il suo albero genealogico e rabbrividite, sangue blù, discendente di wascington, busch e altri presidenti d'America!La storia del denaro e il perchè del sistema allegato! Pensiamo di vivere liberi in un mondo democratico ma siamo entrati in un sistema che ci sottomette a tal punto da renderci schiavi incosapevoli, proprio così miei cari e quando incominceremo a prendere coscienza di tutto ciò temo che sarà troppo tardi. Usano sistemi di controllo, di cui il 90% delle banche italiane, e sistemi di persuasione attraverso programmi televisivi al fine unico di distruggere l'unica resistenza al loro piano demoniaco, e ciò è, il Cristianesimo in nome di Dio. Abbiamo bisogno di molte preghire in questo momento come aiuto spirituale per poter consolidare una fede che negli ultimi tempi si è,purtoppo, smarrita. Tutti coloro che hanno prestato giuramento d'avanti al muro del pianto hanno fatto un patto col diavolo, entrando a far parte di una setta segretissima, la dove stranamente, i facenti parte sono tra i più potenti della terra! Un abbracio; Non Nobi Domine, Non Nobis Domine tuo da Gloriam.

***moderatore***
siamo un notiziario, certo, ma di stampo "iperlocalistico". altrimenti ci chiameremmo mondoweb e non TURIweb. spero di aver chiarito con due parole tutto quello che potrei dire :-)
un saluto ai nostri lettori.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI