Lunedì 22 Ottobre 2018
   
Text Size

MADÒNNE, CE TÈNE MÀMME. RACCOLTA DI FILASTROCCHE

IMG_0605

Frutto di un paziente lavoro di ricerca presso anziani parenti e vicini di casa, ecco una piccola raccolta di filastrocche, ‘ninna nanne’, giochi di parole, indovinelli, che facevano parte di una certa cultura orale, non più tramandabili di padre in figlio che rischiavano di andare persi per sempre. Se i nostri lettori volessero aggiungere altri contributi, ne faremmo un patrimonio comune.

 

Madònne, ce tène màmme

jè menònne, avà fè grànne.

Ge l’avà dè pe zìte

o’ massère de Sand Vìte,

ge l’avà dè pe spòse

o’ massère de Genòse.

 

Mamma màmme

jè venùte tatarànne.

Av’annùtte la recòtte,

se la mànge cotta còtte.

 

Frontèmènte

le due candèle

u’ ruch ruch

u’ mangiacùch

u’ centròne

u’ capasjìdde

u’ capasòne.

 

Indevìne indevenjìdde

ce fèsce l’uève ‘ndò casjìdde?

La gaddìne!

Minghiarìle a ce l’addevìne.

 

Ambùle ambùle,

Crist mìje

fàmme acciaffè

… iùne!

 

Periperjìdde

fior d’anjìdde

chiù luènghe de tùtt’

allècca piàtt’

accìda pedùcchie.

 

Barbarèlla barbarèlla

cùdde ca rìde

vè all’infèrne…

 

Commenti  

 
benny
#2 benny 2009-12-30 19:31
Mamm è sciut a la guerr senza sped e senz ffccl ,è sparet u tric e trac ,iun,duh,e tra.la,la,la,la!!
Citazione
 
 
micael
#1 micael 2009-12-30 18:42
Margheriit vascia vasc, arròbb i fich da jind alla casc, se n'avvert u mariit, ting a tang a Margheriit.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI