Lunedì 23 Maggio 2022
   
Text Size

Una serata con l’autrice Sandra Petrignani

Sandra Petrignani

Nella serata del 16 dicembre, nella sala delle conferenze della Casa delle Idee, Turi ha ospitato una cara amica e grande scrittrice: Sandra Petrignani.
Non è la prima volta che ci onora con la sua presenza, ma in questa serata abbiamo tenuto a battesimo ben due libri, le ultime sue fatiche legate da un sottile filo letterario. Con l’autrice hanno dialogato Domenico Resta per “Lessico familiare” e Alina Laruccia per “Leggere gli uomini”. Queste due opere mettono in risalto la profonda cultura mondiale dell’autrice.

Sandra Petrignani e Domenico Resta

“Lessico femminile” non è un libro facile, nel senso che costringe il lettore a pensare. Vengono passate in rassegna gran parte delle scrittrici che hanno costellato il mondo al femminile. Questo volume è un poliedro con un numero infinito di facce, che all’inizio lascia il lettore sconcertato ma poi, con la sua prosa fluente, Sandra Petrignani lo accompagna sino all’ultima pagina con la voglia di rileggerlo. L’animo femminile viene trattato con una sensibilità impareggiabile, penetrando la differenza tra uomo e donna senza sminuire la parte maschile.

Passare dalla Beberova alla Duras, da Virginia Woolf alla Sitwell, dalla de Cespedes alla Blixen, dalla Yourcenar alla Ginzburg alla Morante è una passeggiata nella vita di tante donne, nella loro psiche, nella loro femminilità. Non è possibile spiegare questo libro, perché ogni lettore lo sentirà suo e godrà in maniera diversa secondo la propria sensibilità.

Sandra Petrignani e Alina Laruccia

Subito dopo Alina ha presentato l’altro volume, iniziando con una frase molto importante: “Ci sono libri, che più di altri, soprattutto nella giovinezza delle persone, aiutano a rispondere in qualche modo alla domanda “Chi sono io, cosa farò della mia vita?”.

Con questo volume la Petrignani ha attraversato la letteratura maschile come in un viaggio dentro la propria storia, dall’infanzia alla maturità. Ha ritrovato, quasi per gioco, gli scrittori che l’hanno formata da Kipling a Carroll, da Dumas a Dylan Thomas, a Kafka, a Tolstoj a Calvino e a tanti altri. Sandra scopre le sfaccettature del carattere degli scrittori che non erano emerse prima. La loro libertà li ha portati a far cose inusuali. Un testo profondo che consigliamo ai lettori e soprattutto ai ragazzi.

Leggere è utile e affascinante nello stesso tempo. Chi legge arriva a procurarsi un godimento sublime, profondo e di lunga durata. Aprire una pagina a caso e ritrovare se stessi, è bello ed essenziale ed è ciò che si prova a leggere questo libro di Sandra Petrignani e la sua lettura vi porterà sicuramente lontano.

Il pubblico presente, circa 30 patiti della lettura, ha potuto porre domande a cui Sandra non si è sottratta.

L’unica nota stonata è stata l’assenza delle autorità che, seppur invitate, hanno disertato la serata. Ma, cari amici, si sa che la cultura… non paga!

Domenico Resta

Alina Laruccia

ph Didiario - Suggeritori di Libri

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.