Venerdì 23 Aprile 2021
   
Text Size

“Cuore di Banda” sbarca sui social per la sua terza edizione

cuore di banda

Previsti 46 appuntamenti, dal 13 febbraio al 31 agosto: si parte con un incontro on-line sul tema “Bandemia Appulo-Lucana”

Nonostante le perduranti difficoltà dovute all'emergenza sanitaria anche “Cuore di Banda”, il festival sull'identità musicale pugliese organizzato dai comuni di Acquaviva delle Fonti, Sammichele e Turi, ha deciso di avviare la sua terza edizione in modalità on-line, attraverso il proprio profilo Facebook. La speranza degli organizzatori, nel corso dei 46 appuntamenti previsti in cartellone da sabato 13 febbraio al 31 agosto, è che il pubblico possa tornare a usufruire gli eventi in presenza al più presto possibile.

SI PARTE CON UNA “BANDEMIA”

La terza edizione della rassegna parte dunque sabato 13 febbraio alle 17 (in replica domenica 14 sull'emittente Radio Futura) con l'incontro on-line sul tema "Bandemia Appulo-Lucana", durante il quale musicisti pugliesi e lucani racconteranno e confronteranno la loro interessante esperienza di "resistenza musicale" al Covid, a cavallo tra le due aree murgiane.

CITTÀ E BANDA, MUSICA E GESTO

Questa edizione di "Cuore di Banda" si svilupperà intorno a due temi principali. Il primo riguarda il rapporto tra "Città e Banda" e, più in generale, il rapporto tra città e musica. L'altro riguarda il rapporto tra musica e "gesto", inteso come contaminazione con il teatro, il cinema e la danza. Da Acquaviva delle Fonti a Rapallo, da Turi a Napoli, da Mola di Bari a Panni, sindaci, direttori di banda e musicisti racconteranno i loro luoghi e come stanno "sopravvivendo" a questo difficile momento storico che, si spera in estate, possa ritornale alla "normalità" con esibizioni dal vivo e concerti in presenza del pubblico.

UN’ASTINENZA PROLUNGATA

In tal senso va ricordato quanto accaduto il 21 giugno 2020, giorno in cui andava in scena il flash mob “Festa Sia!”: «Il 21 giugno usciamo dai social e partecipiamo tutti, nelle piazze del nostro Bel Paese, nel nome di chi non vuole tradire la tradizione. Bande musicali, Street Band, Gruppi Folk, Majorettes, Sbandieratori e tutti gli operatori del settore Festa daranno vita a un flash mob musicale per sensibilizzare le autorità civili ed ecclesiastiche al rispetto e alla tutela di un patrimonio culturale e materiale condiviso da centinaia di migliaia di persone! Facciamo sentire la nostra voce! Manifestiamo tutti, per difendere una storia che deve continuare!».

Presente all’interno del gruppo promotore “Festa Sia!” per la tutela delle feste patronali anche Nuccio Gargano, presidente di “Casa delle Idee” e guida della Conturband: «Oggi – raccontava ai nostri microfoni – siamo tornati con la Conturband in una pubblica esibizione, in quel di Polignano a Mare, nel luogo simbolico della musica di Puglia che spicca il volo verso il mondo, dopo 4 mesi di astinenza reale, per la nobile causa di “Festa Sia!”. La Conturband di Turi, da sempre pioniera nell'ambito dell’innovazione e della sperimentazione musicale bandistica, oggi in prima fila per la difesa della tradizione ed il ritorno delle feste nelle piazze».

L’astinenza, com’era difficile prevedere ed auspicarsi, sarebbe poi durata ben oltre 4 mesi.

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.