Mercoledì 20 Gennaio 2021
   
Text Size

Don Giovanni Cipriani, un parroco al servizio dei giovani

don giovanni cipriani

Sabato 28 novembre, il Vescovo Favale celebrerà una messa in ricordo del “padre” del nostro oratorio

In occasione del centenario della nascita di don Giovanni Cipriani, don Giuseppe Dimaggio invita tutti i fedeli a partecipare alla solenne messa, presieduta dal Vescovo Giuseppe Favale, in ricordo del “padre” dell’oratorio turese.

Un momento di commemorazione riservato a un uomo che “ha creduto nel suo sacerdozio” e ha vissuto la missione evangelica con umiltà e amore gratuito. Don Giovanni ha compreso con lucida lungimiranza che la vera scommessa della Chiesa era coltivare la fede nei più giovani, offrendo loro uno spazio fisico e spirituale in cui crescere.

Questa è la sintesi dell’intensa missiva che don Giuseppe Dimaggio ha condiviso con la comunità turese e che vi riproponiamo di seguito.

***

«Cari Confratelli, cari Turesi, cari Parrocchiani di oggi e di ieri,
cento anni fa nasceva, nella nostra città di Turi, don Giovanni Cipriani, fondatore del nostro oratorio e della nostra chiesa costruita in onore di Maria Santissima Ausiliatrice.

Un legame fortissimo lo univa alla nostra Madre Celeste: in lei ha sempre confidato e si è affidato per la realizzazione del suo generoso progetto. Quale evento di Grazia! Una figura “da ricordare, una figura che non muore mai… Un prete ed un uomo semplice da tenersi stretto… da proporre continuamente al ricordo di tutti”. Quanta misericordia dal Signore!

Ti ringraziamo, o Dio, per il tuo amore fedele sperimentato attraverso questo tuo figlio! Ha donato sé stesso al servizio dei giovani e del prossimo perché ha creduto nel suo ministero, ha creduto nel suo sacerdozio, ha creduto cioè che uno può donare solo se è pieno di Dio. Il suo spirito oratoriano non si è fermato alla realizzazione di uno “spazio”, ma ha accolto con passione la sfida dell’educazione e dell’evangelizzazione. Un padre che ha saputo trasmettere l’amore per Dio, per la sua Chiesa, per la preghiera, entrando gratuitamente nella vita di chi lo ha incontrato e lasciando “cose belle e vere”. E a noi rimane il piacere della sua memoria e il dovere della gratitudine.

Le presenti circostanze richiedono, certamente, un clima più austero e meno festoso, ma non riescono ad offuscare i nostri cuori ricolmi di gioia. Il mio invito è rivolto a tutta la comunità turese e il mio desiderio è che tutti partecipino numerosi. Daremo inizio alle commemorazioni, in ricordo di don Giovanni, con la solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta dal nostro Vescovo Giuseppe, presso la nostra Parrocchia, sabato 28 novembre alle ore 18.30.

Uniamoci, dunque, ad una sola voce, alla preghiera della Chiesa e chiediamo al Signore la grazia della perseveranza e il dono di altre vocazioni sacerdotali e religiose, sull’esempio nobile e amorevole della vita di don Giovanni.

Don Giuseppe».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.