Venerdì 03 Luglio 2020
   
Text Size

“Festa Sia!”, un successo nazionale

festa sia (1)

E la Conturband incanta Polignano a Mare ai piedi di Domenico Modugno. Uccio De Santis: “Ripartito anche il calcio. Mancano solo le feste patronali!”

festa sia (2)

“Il 21 giugno usciamo dai social e partecipiamo tutti, nelle piazze del nostro Bel Paese, nel nome di chi non vuole tradire la tradizione. Bande musicali, Street Band, Gruppi Folk, Majorettes, Sbandieratori e tutti gli operatori del settore Festa daranno vita a un flash mob musicale per sensibilizzare le autorità civili ed ecclesiastiche al rispetto e alla tutela di un patrimonio culturale e materiale condiviso da centinaia di migliaia di persone! Facciamo sentire la nostra voce! Manifestiamo tutti, per difendere una storia che deve continuare!”. Lo scorso 14 giugno veniva ufficialmente annunciato con queste parole, pubblicate sulla pagina Facebook “Festa Sia!”, l’omonimo flash mob nazionale che, come avete appena letto, si sarebbe tenuto una settimana più tardi, ovvero domenica 21 giugno.

DOPO 4 MESI, IL RITORNO

festa sia (3)

Il Gruppo promotore “Festa Sia!” per la tutela delle feste patronali è nato quasi spontaneamente tra i principali protagonisti di questo mondo, impegnati in video-conferenze e telefonate trasversali atte a trovare anche strategie di sopravvivenza per le stesse associazioni: «Non dimentichiamo – si legge in un loro comunicato stampa – che i rimborsi spese derivanti da queste prestazioni artistiche consentono il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze delle sedi sociali dove ha luogo lo svolgimento delle proprie finalità statutarie tra le quali spiccano, oltre a quelle artistiche, anche quelle sociali considerando l’importante ruolo svolto nel recupero dei ragazzi dalla strada attraverso l’istituzione dei corsi di musica e tutta una serie di attività collaterali».

festa sia (5)

All’interno del gruppo promotore ritroviamo Nuccio Gargano, presidente di “Casa delle Idee” ed autentico trascinatore della Conturband: «Oggi siamo tornati con la Conturband in una pubblica esibizione, in quel di Polignano a Mare, nel luogo simbolico della musica di Puglia che spicca il volo verso il mondo, dopo 4 mesi di astinenza reale, per la nobile causa di “Festa Sia!”. La Conturband di Turi, da sempre pioniera nell'ambito dell’innovazione e della sperimentazione musicale bandistica, oggi in prima fila per la difesa della tradizione ed il ritorno delle feste nelle piazze». Questo il commento postato sui social dallo stesso Gargano a poche ore dal termine del flash mob tenutosi nel pomeriggio di domenica: «Grazie a tutti i musicisti e a tutto lo staff che ha collaborato alla promozione dell'evento. Un grazie speciale – aggiungeva – a Fabio Topputi per aver contribuito alla buona riuscita dell'iniziativa, poiché di questi tempi niente è facile!».

IL BILANCIO È POSITIVO, LE PROSPETTIVE MENO

«Da un censimento effettuato – racconta quest’oggi ai nostri microfoni – a “Festa Sia!” hanno aderito almeno 50 gruppi bandistici del Sud Italia, dalla Sicilia all’Abruzzo. La “protesta” si è svolta civilmente e pacificamente nelle piazze, a dimostrazione che ritornare alla normalità non è poi così complesso, sempre tenendo presente le debite precauzioni da adottare. Il settore Festa sarebbe anche disponibile ad una “riduzione” o alla realizzazione di “eventi minimal”, però di qui ad eliminare completamente tutto l'indotto culturale ed economico del settore sembra una misura eccessiva».

festa sia (4)

Quali sono le risposte, ad oggi, del mondo politico e di quello ecclesiastico?

«Il governo centrale e regionale in qualche modo hanno aperto allo svolgersi degli eventi culturali; di contro la Chiesa ha posto un muro invalicabile, con ulteriori comunicati in merito, dichiarando in nome della carità, della crisi e delle misure di sicurezza, l'impossibilità di svolgere i festeggiamenti religiosi e civili annessi. Insomma, ad oggi poco sembra essersi smosso, ed avere un dialogo sia con la parte politica, impegnata a promuovere gli eventi più importanti, sia con quella religiosa, con i vescovi fermi sulle loro posizioni e non disponibili minimamente a trattare e ridiscutere, è una impresa che appare impossibile».

“MANCANO SOLO LE FESTE PATRONALI”

Nel tentativo di addolcire la pillola ai nostri lettori, già afflitti per una festa grànne che quest’anno non avrà luogo come tutti siamo abituati a pensarla e a viverla, vogliamo concludere con gli highlights del pomeriggio di domenica scorsa; con le istantanee felici, piene di speranza, in grado di riassumere e trasmettere la gioia musicale e l’atmosfera conviviale evocate ai piedi di Domenico Modugno dalla Conturband.

Tanta la gente assiepata intorno ai musicisti della marching band guidata da Nuccio Gargano e che, per una volta, per una giusta causa, ha dovuto ridurre notevolmente il proprio margine d’azione fisica, suonando a piè fermo. I sorrisi dei più piccoli suscitati dai musicisti hanno a loro volta richiamato la serenità dei genitori, felici di aver condotto i propri figli ad uno spettacolo piacevole ed interessante, da gustare tutti insieme. I sorrisi, per concludere, di Uccio De Santis e di Umberto Sardella, i due volti di spicco del cast di Mudù, la serie televisiva che dal 2001 avrebbe iniziato a far sbellicare dalle risate tantissimi pugliesi: anche loro, con i toni ironici di cui sono capaci, hanno voluto prendere una posizione a favore delle feste patronali e di coloro che le animano rendendole possibili; un mondo che cerca di preservare tradizioni pluricentenarie e che coinvolge, tra l’altro, decine di migliaia di persone, coniugando fede, cultura, folklore e memoria storica. Dulcis in fundo, non va dimenticato l’indotto economico generato dalle feste patronali e dalle sagre: «Molte attività hanno riaperto, il calcio è ripartito: mancano solo le feste patronali!» – esclama non a caso lo stesso Uccio De Santis in un’intervista rilasciata per Telenorba.

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.