Mercoledì 05 Agosto 2020
   
Text Size

Il genetliaco de’ miei primi 432 anni…

101695621_2792817577508189_3087806607917056_o

Giovanni Maria Sabino annuncia sui social importanti novità a partire dal 30 giugno, giorno del suo 432esimo compleanno

Verso mezzogiorno di venerdì 8 marzo, Giovanni Maria Sabino è apparso sui social, rompendo un silenzio durato oltre tre secoli: “Salute a tutti, sodali. Auspico possiate intendere lo meo modo de favellar atque vergare. Giovanni Maria Sabino sono et nacqui in Turi (BA) A.D. MDLXXXVIII, ne lo die 30 de Giunio. Nel MMIV, meo concittadino, Paolo Valerio vocato, prencipiava a secutar le tracce de' vita mea, onde raccontarVi chi son stato et ciò ch'abbia rapprehesentato pella nascita de la Schola Musicale Neapolitana, italico flore a l'occhiello, invidiato in tutta Europa nel corso de lo secolo XVIII. In codesto avveniristico spatio, cum l’auxilio de lo eletctroabaco, bramo monstrarVi cosa est stato rinvenuto su lo meo conto da addì MMIV ad hoggi: documenta, acta notarilia, spartiti dissepulti da secolari strati de pulvere et inseguiti in longo et in largo per l’Europa: pro qual proposito? Onde immortalarmi, probabilmente, similmente a la moltitudo ch'hoggi fa cum lo dagherrotipo. Adunque apponete benignamente “m’aggrada” a la virtual pergamena “Ensemble barocco: Giovanni Maria Sabino” per esser edotti su ogne cosa che me reguardi”.

Non sorprende l’italiano dalle reminiscenze barocche con cui Sabino si esprime, essendo egli nato a Turi il 30 giugno del 1588. In quella che un giorno sarebbe diventata la città della ciliegia Ferrovia, Sabino visse fino al 1602, anno in cui, appena quattordicenne, con il probabile appoggio dei baroni locali, ovverosia i Moles, si recò a Napoli per studiare musica sotto la guida di Prospero Testa. Fece provvisoriamente ritorno a Turi nel 1610 per prendere possesso del beneficio di San Giacomo Apostolo, col titolo onorifico di Abate; due anni più tardi fu ordinato sacerdote.

Col procedere del tempo, nella mente di Sabino, la vocazione sacra continuò gradualmente, imperterrita ad intrecciarsi – spontaneamente, come una trama provvidenziale – a quella musicale: nella sintesi di queste due dimensioni, Sabino riuscì a distinguersi come virtuoso compositore di Musica Sacra; nel 1622 divenne primo maestro del Conservatorio della Pietà dei Turchini a Napoli, portando nella città partenopea il nuovo stile musicale sviluppato a Venezia da pesi massimi come Claudio Monteverdi, con il quale Sabino ebbe rapporti diretti.

Prima di anticipare contenuti che verranno certamente approfonditi su Facebook nella “pergamena virtuale” intitolata “Ensemble barocco Giovanni Maria Sabino”, veniamo ai giorni nostri, più precisamente al 31 maggio, domenica di Pentecoste; a Ponte Nossa, nel bergamasco, la Santa Messa è stata celebrata, oltre che in italiano, in inglese, francese, latino, greco, tedesco, portoghese, spagnolo, albanese e polacco: «La Chiesa smette di essere Chiesa di Gesù Cristo se comincia a pensare e agire in modo nazionalistico, ristretto, esclusivo. Per dirla ancora una volta con l’immagine di Pentecoste: la Chiesa deve conoscere e parlare tutte le lingue. Deve collegare e far incontrare le persone oltre tutte le frontiere» - lo ha affermato il vescovo di Bolzano-Bressanone, Mons. Ivo Muser, durante la messa da lui presieduta all’interno del duomo di Bressanone, sempre in occasione della Pentecoste. Nell’omelia, il vescovo ha spiegato il senso dei questa solennità: «È la festa della comprensione e comunione, rende l’umanità capace di una nuova comunicazione e si contrappone al caos e agli egoismi personali di Babele, dove gli uomini dimenticano il bene comune».

Al di fuori delle esegesi bibliche - che riserviamo a chi possiede maggiori competenze in merito - possiamo con una certa sicurezza affermare che qualsiasi lingua custodisca in sé la possibilità di creare un contatto tra due o più persone; anche la musica, in quanto lingua, possiede una natura “pentecostale”, poiché in grado di comunicare - seppur col suo codice non-alfabetico - ad individui della più disparata provenienza geografica che, sempre attraverso la musica, possono incontrarsi, collegandosi emotivamente.

Lo stesso è accaduto questa domenica quando, su una serie di gruppi Facebook dedicati agli amanti della Early Music e della musica da liturgia, Giovanni Maria Sabino è tornato a farsi sentire, annunciando che: “Fra un mese esatto, il dì 30 di giugno, il genetliaco de' miei primi 432 anni si compirà, che a Dio piaccia far me degno di questo contento, per la qual cagione è d'uopo che si onori tal recorrentia. Tosto dunque prencipierò la compilattione, per diffonderle in via telematica, de le mie informationi di vita e musicali, acciocché possiate conoscermi come uomo ovver musicista. Son lor pronti a cotal avvenimento? Baciando riverentemente la mano, prego il Signor Dio doni loro felicissimo compimento di quanto desiderano”. Ovvero: “Tra un mese esatto, ovvero il 30 giugno, se Dio vorrà, compirò i miei primi 432 anni e ritengo opportuno festeggiare questa ricorrenza. Perciò inizierò a pubblicare i primi contenuti biografici e musicali per far sì' che possiate conoscermi come uomo e come musicista. Siete pronti? Ossequiandovi, vi auguro ogni bene desiderato”.

Alla lieta novella hanno applaudito tantissimi appassionati sparsi in Italia e in tutti i continenti: Turi, infatti, attraverso Giovanni Maria Sabino, ha già iniziato a percorrere decine di migliaia di chilometri in giro per il mondo, raggiungendo diverse zone dell’Europa, il Nord-Africa, l’Estremo Oriente e le Americhe, specie al di sotto dell’Equatore dove la popolazione di fedeli cattolici ammonta a 194 milioni di individui.

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.