“Ciliegia Ferrovia Express”

principale

La Sagra della Ciliegia Ferrovia si reinventa, coniugando marketing territoriale e solidarietà

«Come ogni anno, è arrivato il momento che tutti amiamo: la Sagra della Ciliegia. Quest’anno sarà diversa e ancora più speciale perché si arricchisce di nuove esperienze ed emozioni. Non sarà possibile riunirci fra le vie del centro ma lo faremo come abbiamo fatto negli ultimi mesi: online. Sarà un’edizione digitale in cui insieme ricorderemo le edizioni passate e daremo vita a questa edizione basata sul cuore grande e rosso, come le nostre ciliegie».

Incuriositi dal post pubblicato sulla pagina Facebook dell’associazione “In Piazza”, abbiamo contatto Livio Lerede, per avere qualche anticipazione.

Il progetto dei  furgoni brandizzati

«Insieme all’associazione TurPuglia, abbiamo ideato – ci spiega – una “versione online” dell’evento che ogni anno calamita a Turi centinaia di persone. Sul sito e sulla pagina Facebook della Sagra sarà disponibile una mappa interattiva che permetterà di rivivere i momenti più belli degli ultimi cinque anni di Sagra. Per celebrare la trentesima edizione, oltre a dare spazio a tutti i produttori di ciliegie che da sempre ci hanno sostenuto in questa avventura, l’utente, percorrendo virtualmente le strade del centro storico, si imbatterà in una carrellata di immagini e filmati dei progetti culturali realizzati insieme all’associazione “I Vecchi Tempi”. Un’altra sezione sarà poi dedicata a un ‘amarcord’ degli spettacoli artistici e musicali che hanno corredato la festa in onore della regina delle ciliegie. E non mancheranno tante altre sorprese».

Tra queste sorprese che saranno svelate a giorni, la più interessante è il tour “Ciliegia Ferrovia Express”. Cediamo di nuovo la parola a Livio Lerede per capire di cosa si tratti: «Avevamo pensato a un mercato reale per la vendita delle ciliegie, in modo da soddisfare le tante richieste dei visitatori abituali della Sagra. Tuttavia, dopo esserci confrontati con l’Amministrazione, abbiamo concordato che, viste le misure di prevenzione dei contagi da Covid-19, non sarebbe stato prudente far confluire centinaia di persone. Scartata questa idea, il sindaco Resta e gli assessori Topputi, De Carolis e Dell’Aera hanno rilanciato con una proposta che abbiamo accolto ben volentieri, mettendo a punto il “Ciliegia Ferrovia Express”. Si tratta di un tour nelle cinque città pugliesi che sono storicamente lo ‘zoccolo duro’ dei fruitori della Sagra: Lecce, Gallipoli, Bari, Taranto, Matera e Brindisi. Ogni giorno saremo in una di queste città e, a bordo di due furgoni brandizzati, porteremo “in piazza” l’oro rosso di Turi, fornito rigorosamente dai produttori locali. Inoltre, abbiamo pensato di non vendere le ciliegie ma di donarle in cambio di un contributo volontario: una vera e propria raccolta fondi che, al netto delle spese, sarà devoluta tramite bonifico sul conto corrente che il Comune di Turi ha aperto in occasione dell’emergenza sanitaria».

Insomma, ci apprestiamo a sperimentare un’inedita operazione ha il merito di saldare il marketing territoriale con la solidarietà, resa possibile grazie alla «triplice alleanza tra il Comune di Turi e le associazioni In Piazza e TurPuglia».

Fabio D’Aprile