Venerdì 06 Dicembre 2019
   
Text Size

Evangelizzazione di strade e spiagge

damiano (5)

Damiano a Barletta con l’Arca dell’Alleanza: “siate Cristiani in strada!”


 damiano (6)Ci sono cose così belle che è difficile spiegare. Ci sono emozioni così profonde ed intime che quasi non credi possano essere credute. Ci sono fatti così sconvolgenti che non sai neppure come e perché siano accadute proprio a te. Ci sono cose così meravigliose che non puoi che augurare a chiunque incroci il tuo cammino, perché solo credendo e coltivando questo legame è possibile creare una catena di legami sempre più saldi, più veri, più belli.

Capita di rado di incrociare vicende ed emozioni che imprimono, con la sola parola, un senso di meraviglia e di gioia e questa volta è una di quelle rare volte, in cui carta e penna si piegano ai sorrisi e alla felicità di un’esperienza che può solo portare nuovi e straordinari frutti. Ad aprirci questa via è stato Damiano Pascalicchio che dallo scorso 25 luglio ha coinvolto i suoi amici virtuali in una esperienza che “lo Spirito Santo ha voluto che facessi”. Non è nuovo, il nostro amico Damiano, a renderci partecipi di esperienze così profonde e ci piace regalare ai nostri lettori pagine di speranza che permettano a chi crede o vuol tornare a credere, che nulla è perduto.

È la giovane età di Damiano che distingue le sue parole da quelle altrui e questa volta lo vediamo in strada e in spiaggia a portare il Vangelo. Si tratta infatti dell’Evangelizzazione di strade e spiagge quella che ha visto Damiano coinvolto con la grande e bella famiglia dell’Arca dell’Alleanza, una realtà con sede a Barletta che da anni è impegnata a portare Gesù a coloro che sono lontani e a guarire la “famiglia ferita”. Con Damiano e i tanti ragazzi e giovani dell’Arca “che ringrazio per l’ospitalità e la meravigliosa esperienza”, il Lido Brigantino di Barletta, come le strade della città, sono state luogo di incontro, di confronto, di rinascita, di evangelizzazione e tanti hanno dimostrato come quella Fede assopita da tempo è stata risvegliata.

damiano (2)

“Quello che maggiormente mi ha entusiasmato - ci racconta Damiano al termine della sua esperienza con l’Arca lo scorso 28 luglio- è stato vedere come molti giovani si sono avvicinati alla preghiera e alla Parola di Gesù portando poi esperienza ed entusiasmo agli adulti”. È infatti una catena di legami quella che si è venuta a creare, e, usando le parole di Sant’Agostino “tutti siamo invitati sulle strade del mondo per camminare con i fratelli, professando e testimoniando la nostra fede in Cristo e facendoci annunciatori del suo Vangelo”.

È fuori dalle Chiese che avviene l’evangelizzazione, è per strada, è nelle piazze, è nei luoghi abitati dai giovani, da chi, come ha avuto modo di ascoltare Damiano “non crede più nella Chiesa in quanto tale, come luogo di preghiera o di riflessione. Un luogo dove non si sentono a proprio agio, dove non si comunica nello stesso linguaggio”. La musica, i canti ed i giochi hanno permesso ai portatori del Vangelo di attrarre l’attenzione dei più giovani, dei ragazzi che, tra ritmi e note hanno ascoltato la Parola di Gesù e hanno aperto il loro cuore sconfiggendo le paure, le vergogne ed i pregiudizi legati alla preghiera e al professare la propria fede.

damiano (3)

La strada dell'evangelizzazione però non è affatto facile, come lo stesso Damiano ci ha raccontato, perché abbattere quei muri, quelle porte così saldamente radicate nei cuori delle persone non è immediato. “Molte volte abbiamo visto disinteresse ed allontanamento da parte di qualcuno, ma il nostro compito di essere Cristiani di Strada non si ferma”. Come infatti esorta spesso Papa Francesco, “Siate Chiesa in uscita”, così prosegue l’impegno del nostro amico, che, tornato da Barletta e dall’esperienza diretta con l’Arca dell’alleanza ha portato testimonianza nella comunità locale e nella nostra Diocesi. “Mi auguro che anche da noi possano nascere realtà così belle, e spero si possa partire da Turi a portare la Parola in strada. Il nostro è un paese dove i giovani, soprattutto, non entrano in Chiesa, non credono nelle sue parole, hanno vergogna di fare il Segno della Croce. Turi ha bisogno di essere evangelizzata, così da diventare lei stessa evangelizzatrice del prossimo”.

“Sono partito con uno zaino vuoto, sono tornato con uno zaino carico di emozioni e di gioia” - ha concluso Damiano, pronto a proseguire il suo percorso di portavoce giovanile della Parola di Cristo, parlando coi giovani nel linguaggio dei giovani, tramite i social, la musica, i sorrisi.

Cinzia Debiase

damiano (1)

damiano (4)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.