Venerdì 18 Ottobre 2019
   
Text Size

L’A.S. Butterfly porta in scena ‘Lo schiaccianoci’

butterfly saggio (4)

Le classi di danza raccontano la storia di Hoffmann

butterfly saggio (1)

Frenesia e trepidazione dietro le quinte. Colori, abiti, trucchi e acconciature sfilano agitati nell’attesa di trovare spazio sul palcoscenico. Sono le 21.00 di venerdì 21 giugno. Le luci si spengono, entra in scena Antonella Sumeraro e prende il via il magnifico viaggio nello Schiaccianoci. È il Saggio di fine anno dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Palestra Butterfly di Turi che quest’anno ha scelto di accogliere parenti, amici e conoscenti nella Casa delle Arti di Conversano.

butterfly saggio (2)

Lunghi mesi di preparazione, tante ore in sala prove trovano finalmente spazio in una serata unica, che racchiude gli entusiasmi, le trepidazioni, le aspettative di quanti hanno speso il loro tempo e le loro abilità per portare in scena uno spettacolo. Le insegnanti di danza Monica Passaquindici e Monica Lefemine, come il maestro Stefano Lattarulo, hanno lavorato tantissimo con le bambine, i ragazzi e le ragazze dei vari corsi per portare in scena “Lo Schiaccianoci”. È così che in quasi due ore di spettacolo, le allieve e gli allievi degli insegnanti di danza hanno permesso al pubblico di assistere al racconto fantastico scritto da Hoffmann nel 1816 e il gioioso balletto natalizio musicato da Čajkovskij nel 1892.

butterfly saggio (5)

Come ogni vigilia di Natale, la famiglia Stahlbaum si riunisce nel grande salone di casa Drosselmeyer per fare festa. Ma è una vigilia triste per Clara e i suoi fratelli, perché la loro mamma, Marie, è morta da poco. Prima di avviarsi alla serata, il padre consegna i regali che la moglie ha lasciato loro: è così che Clara riceve in dono uno strano scrigno, chiuso a chiave. Quello che accade da questo momento è fuori dall’ordinario.

Clara cercando la chiave rubata da un topo, si ritroverà in un paese magico e, con l'aiuto dello Schiaccianoci Phillip, dovrà combattere per riportare l'armonia tra i quattro regni che lo compongono. Dovrà così imparare a gestire il mistero e le sue emozioni altalenanti quante sono le atmosfere dell’opera, ben quattro.

butterfly saggio (3)

Clara viaggerà infatti attraverso il Regno dei fiocchi di neve, il Regno dei fiori, il Regno dei dolci, il Regno della tirannica Madre Ginger. L’epilogo poi è stato un trionfo per la piccola Clara, impersonata dalla bravissima Rebecca Carenza, che finalmente riesce a trovare quel sorriso perso e l’abbraccio del suo papà. Un meraviglioso racconto ben sviluppato dalle allieve delle insegnanti Monica Passaquindici, Monica Lefemine e Stefano Lattarulo.

“Grazie ai genitori per l’impegno e la fiducia nei nostri confronti - hanno aggiunto al termine della serata i dirigenti sportivi, Giuseppina Ciprino e Antonio Lefemine. Grazie al grandissimo lavoro fatto dagli insegnanti e dagli allievi delle diverse classi di danza, classico, moderno, hip pop e balli caraibici”.

butterfly saggio (9)

Un ringraziamento è stato speso alla struttura ospitante, “la Casa delle Arti, che con grande entusiasmo ci ha accolto e permesso di solcare questo palco. Non possiamo non ringraziare anche Mariella Colucci che ci ha aiutato con i costumi, Annarita Troilo per il suo aiuto dietro le quinte, a tutti gli sponsor e coloro che hanno contribuito in vario modo alla buona riuscita della serata”.

Con un lungo applauso si è chiuso l’anno sportivo danzante dell’associazione Butterfly che in questi giorni ha già dato il via ai corsi di nuoto al mare presso il Lido Belli Freschi di Monopoli, che proseguiranno, per le prossime tre settimane.

C.D.

butterfly saggio (6)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.