Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

Turi, in tavola!

Catalano Abbiamo fatto Tredici  (2)

“Tra Covoni e Fioroni” presentato da Tina Ottavino e… “Abbiamo fatto 13”

Un salottino fuori dall’ordinario, un’accoglienza inconsueta ma molto piacevole, un bicchiere di vino, un buon prodotto di panificazione, un ottimo libro. Ingredienti perfetti per un incontro di saperi e sapori di Puglia e di Turi perfettamente armonizzati tra loro da Tina Ottavino. Sono “Tra Covoni e Fioroni” quelli che hanno invitato tanti amici e curiosi ad un appuntamento insolito quanto prezioso, svolto ai piedi dell’attività commerciale “Alba D’Oro” di Michele Santamaria.

Catalano Abbiamo fatto Tredici  (6)

Per un pomeriggio, quello di sabato 22 giugno, via Sardegna è stata trasformata in uno splendido salottino campestre, dalla maestria di Andrea Saffi, che ha portato la natura in strada e fatto accomodare gli ospiti della serata.

È la “padrona di casa” a dare il benvenuto ed il via al momento culturale che dimentico del luogo, ha permesso un incontro di culture con spontaneità e gusto. Protagonista indiscusso, “Abbiamo fatto 13”, il lavoro letterario di Nico Catalano, che, accompagnato dal nutrizionista dott.Michele Sozio e dalla scrittrice Valeria Patruno, ha accompagnato il pubblico nella conoscenza dell’origine degli alimenti nonché i contenuti salutistici e le proprietà nutrizionali degli stessi.

Catalano Abbiamo fatto Tredici  (3)

Tina Ottavino non è nuova a questi incontri tra culture, dove la conoscenza letteraria abbraccia la gastronomia, il buon vino offerto dalle Cantine di Donato Giuliani, l’ospitalità e la grande partecipazione di pubblico, unita al riscontro positivo giunto dall’Amministrazione, nelle persone del sindaco Tina Resta, il vicesindaco Fabio Topputi, l’Assessore alla cultura, Teresa De Carolis e il consigliere Sergio Spinelli.

Attraverso un percorso di musica e saperi, è stato approfondito il discorso sulla consapevolezza nelle scelte alimentari, sugli strumenti conoscitivi necessari per orientare le scelte verso il mangiare sano, vicino agli antichi saperi e sapori all’insegna del trinomio ambiente, salute e nutrizione, al fine di aumentare quella consapevolezza necessaria per salvaguardare la salute, custodire la biodiversità e preservare l’ambiente in un’ottica sostenibile.

Catalano Abbiamo fatto Tredici  (4)

“Ringrazio chi ha reso possibile questo incontro, credendo nel mio potenziale: quello di far cultura e promozione territoriale, come il sig. Michele Santamaria e i suoi figli, i solidali sponsor come Vito Donato Giuliani e la maestria del fiorista Andrea Saffi, il Dott. Nico Catalano, la prof.ssa Carmela Vittore, Valeria Patruno e il dott. Michele Sozio, spero di non aver dimenticato nessuno”.

È infatti all’insegna dei gusti da ritrovare, rinnovare e riscattare che si uniscono le parole della prof.ssa Carmela Vittore, intervistata da Massimo Sportelli a riportare alla memoria dei presenti e alla conoscenza dei più giovani le antiche usanze legate alla notte di San Giovanni Battista, patrono di Turi. “Anticamente si sbatteva dell'albume d’uovo e si aspettava il passaggio del Santo. Poi si osservava la forma che assumeva l’albume e questa, si diceva, che rappresentasse il lavoro del futuro marito della nubile. Se poi si vedeva formare una nave, la ragazza si sposava entro l’anno”.

A rendere ancora più interessante la serata, gli accostamenti gastronomici offerti da Michele Santamaria, che dall’età di 15 anni “impasta” i suoi prodotti ricercando sempre con maggiore attenzione farine che raccontano il passato e la semplicità dei sapori. Focaccia e fioroni sono stati poi bagnati da un ottimo Aleatico spumante che hanno chiuso la serata regalando a tutti un piacevole omaggio dal sapore tutto turese.

“Sono molto contenta dell’ottima riuscita della serata e della possibilità di aver portato nel mio paese un racconto a tutto tondo delle sue potenzialità. Mi piacerebbe proseguire su questa strada, portando all’attenzione della comunità autori ed eccellenze locali, che nulla hanno a che fare con i colori politici e che permettono di creare incontri piacevoli come in questa serata “Tra covoni e fioroni” - ha infine aggiunto Tina Ottavino, impegnata in queste settimane con eventi che la vedono organizzatrice di incontri di sempre grande successo.

Cinzia Debiase

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.