Sabato 20 Aprile 2019
   
Text Size

Una doppia festa per Sant'Antonio Abate

Sant'Antonio Abate - oratorio 2019 (4)

Benedizione degli animali in Chiesa Madre e 'nutella party' all'Ausiliatrice

La Festa di Sant’Antonio Abate, con l'immancabile benedizione degli animali, è ormai entrata nel patrimonio della tradizione religiosa cittadina. E anche quest'anno le attese dei fedeli non sono state deluse, potendo usufruire di due appuntamenti.

Sant'Antonio Abate - oratorio 2019 (1)

Il primo si è tenuto nella serata del 17 gennaio: dopo la celebrazione eucaristica presieduta da don Ciccio Rutigliano, che ha sostituito l'arciprete don Giovanni Amodio, in tanti con al seguito i propri amici a quattro zampe si sono radunati nella piazza antistante la Chiesa Madre per ricevere la solenne benedizione. A differenza dei precedenti appuntamenti, tuttavia, la festa si è svolta in tono minore: non c'è stata la tradizionale processione che accompagnava il Santo in Piazza Capitano Colapietro, così come si è dovuto rinunciare a falò. Come ha chiarito il "Comitato Festa Sant’Antonio Abate", le celebrazioni sono state ridimensionate da vari problemi burocratici, causati principalmente dall'assenza di un'Amministrazione con cui dialogare. Tuttavia, il Comitato si impegna fin da ora a rifarsi il prossimo anno, organizzando una festa che sappia valorizzare il culto del Santo e creare un momento di aggregazione per la collettività.

Sant'Antonio Abate - oratorio 2019 (3)

Il secondo appuntamento con le celebrazioni in onore di Sant'Antonio Abate si è svolto domenica 20 gennaio presso la Parrocchia "Maria SS. Ausiliatrice". Anche in questo caso, al termine della liturgia domenicale, don Giuseppe Dimaggio ha benedetto gli animali per poi invitare tutti in Oratorio dove, grazie all'impagabile collaborazione dei catechisti, è stato organizzato un "nutella party". Un momento conviviale, apprezzato in particolare dai più piccoli, che si pone in linea con uno dei pilastri che don Giuseppe ha sostenuto fin dal primo giorno del suo insediamento a Turi: rafforzare lo spirito di comunità e riservare particolare cura ai nostri ragazzi, proseguendo il rilancio delle attività dell'Oratorio iniziato da don Ciccio Aversa.

Foto: Pagina FB 'Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice'

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI