Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Il volto della Shoah a Terezin

Terezin mostra 2018

Tanti i ragazzi che hanno visitato la mostra allestita alla Casa delle Idee

«Dicono che i ragazzi sono "freddi". Dicono che sono "insensibili". Dicono che tutto gli scivola addosso. Ma le lacrime dei ragazzi e delle docenti, l'emozione nel vedere le foto della Mostra "I disegni dei bambini di Terezin" e il video messo a disposizione della Rai, hanno attestato una commozione senza confini ed hanno dimostrato esattamente il contrario». Sono queste le parole di Alina Laruccia dell’Associazione Didiario che in questi giorni e fino al prossimo 5 novembre ha aperto le porte della Casa delle Idee di Turi alla mostra itinerante “Terezin”.

Tanti gli studenti che hanno dedicato alcune ore a visionare la mostra, tante le classi turesi e dei paesi limitrofi che, accompagnati da docenti o famiglie, si sono emozionate dinanzi ai disegni e alle immagini portate in mostra. Ventisei tele, che dal 17 ottobre scorso sono esposte presso la Casa delle Idee su volontà dell’Associazione in collaborazione con Gli Amici di Dodò, sono documenti e fotografie di Terezin, che raccontano la storia del ghetto e permettono di conoscere aspetti inediti della Shoah e percepire quanto accaduto con gli occhi di chi lo ha vissuto.

Le 10 sezioni della mostra raccontano al visitatore aspetti diversi dell’esperienza del ghetto. Gli oggetti raccontano la vita: suppellettili, denaro stampato all’interno del lager, oggetti di uso comune, una stella gialla… I documenti restituiscono la struttura delle decisioni dei nazisti, e l’angoscia degli ebrei: i documenti del Reich, la fitta corrispondenza ebraica, la corrispondenza delle guardie SS. I pannelli documentativi ampliano le informazioni con testi e immagini, e in mostra viene esposta anche una selezione di libri d’epoca dedicati a Terezin. Un’esperienza che ha lasciato una forte impronta nelle menti e nei cuori dei ragazzi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI