Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Giubileo delle Forze Armate

Monumento ai Caduti

Una giornata per ringraziare la dedizione del personale in servizio e in congedo

Don Giovanni Amodio, nell'ambito del Giubileo Oronziano, ha voluto indire per il 18 ottobre una giornata dedicata al personale in servizio e in congedo delle Forze Armate. Uomini e donne che "si prodigano quotidianamente, con generosità e sprezzo dei pericoli, affinché vengano rispettate le leggi e tutelati i diritti dei cittadini".

La manifestazione avrà inizio alle ore 9.00 davanti al Municipio e in corteo si dirigerà presso il Monumento ai Caduti. Qui, nell'ambito dell'anniversario dei 100 anni dalla fine del primo conflitto mondiale, verrà deposta una corona per ricordare le vittime turesi della Prima Guerra Mondiale.

In seguito i partecipanti raggiungeranno la Chiesa di Sant'Oronzo dove verrà celebrata una SS. Messa. Al termine del rito religioso verranno consegnati dei diploma alle famiglie dei Caduti della Grande Guerra.

Ecco la lettera con cui l'arciprete ha indetto la giornata giubilare, esprimendo la sincera gratitudine dell'intera Chiesa di Turi.

***

Carissimi,

fra le tante manifestazioni che hanno scandito questo Anno Giubilare Oronziano, ne è stata programmata una che desideriamo dedicare a tutte quelle persone che fanno parte delle Forze Armate, prodigandosi quotidianamente, con generosità e sprezzo dei pericoli, affinché vengano rispettate le leggi e tutelati i diritti dei cittadini. Al Personale in servizio attivo, si aggiunge quello in congedo, che non dimentico dei propri doveri si mette a disposizione per assicurare preziosi servizi d'ordine, laddove richiesti.

Noi, come Chiesa di Turi, forse mai come quest'Anno, ne abbiamo sperimentato la dedizione e il fervore con i quali, prima l'Associazione Nazionale dei Bersaglieri, che tutela ormai da anni, con tanto amore, la chiesa e la sottostante Grotta di Sant'Oronzo, diventandone custode diligentissima, nonché promotore per far conoscere ed ammirare questo singolare scrigno di fede e di arte a pellegrini e turisti; ancora, l'Associazione Nazionale dei Carabinieri in congedo, che, con abnegazione dei propri soci, per quindici giorni consecutivi ha garantito nella nostra Chiesa Madre la sicurezza dell'Insigne Reliquia di Sant'Oronzo, racchiusa in un prezioso cofanetto, risalente al X-XI secolo, posta alla venerazione dei fedeli; ancora i bravissimi Carabinieri, che hanno vegliato durante le ore notturne la sicurezza dello stesso Reliquiario; l'Aeronautica Militare, che ha messo immediatamente a disposizione della comunità turese i propri tecnici per la messa in opera dell'impianto di amplificazione, che ci aiutasse a pregare lungo le strade della nostra cittadina durante le processioni del Santo Patrono. E così la Polizia Locale, la Protezione Civile e così via...

Tutto ciò, indissolubilmente, fa parte di quel bagaglio di ricordi emozionanti che rimarranno impressi nelle pagine più belle di questo Anno straordinario. La Chiesa di Turi desidera esprimervi, perciò, profonda riconoscenza.

A tal fine, vi invito a partecipare con le vostre famiglie alla celebrazione giubilare che avrà luogo giovedì 15 ottobre 2018, a partire dalle ore 9.00, con raduno presso il Municipio di Turi fino al raggiungimento della Grotta di Sant'Oronzo. Attraverseremo insieme la Porta Santa, celebreremo la Santa Messa, lucreremo insieme l'indulgenza plenaria che il Santo Padre ci ha concesso.

Vi aspetto ed, in tale attesa, vi saluto tutti con viva cordialità.

Sac. Giovanni Amodio

Commenti  

 
vito totire
#1 vito totire 2018-10-17 13:30
Don Giovanni Amodio, troppo generico, sia sulla prima guerra mondiale (una strage orrenda ed evitabile) che su Cosma e Damiano (perché non ricordare esplicitamente che furono santi "anargiri" ?);
parliamone.

Vito Totire
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI