Martedì 11 Dicembre 2018
   
Text Size

“Grazie Nonni”

Festa dei Nonni 2018 (4)

Con la Scuola dell’infanzia una festa per ringraziarli

In un’Italia dove il numero degli anziani supera notevolmente quello dei bambini, è il 2 ottobre, giorno in cui per la Chiesa ricorre la festa di tutti gli Angeli Custodi, che dal 2005 il presidente Ciampi decretò questa giornata come la Festa di tutti i Nonni.

A loro, alla loro fondamentale presenza nella famiglia contemporanea, pilastro non solo dei nuovi nuclei ma custodi di una saggezza e di esperienze preziose per i più piccoli, è stata dedicata la manifestazione organizzata giovedì mattina presso l’atrio dell’Istituto Comprensivo “Resta - De Donato Giannini” dalla Scuola dell’Infanzia. A raccontare il nonno di oggi, i bambini del terzo anno delle Scuole dell’Infanzia di Turi, accompagnati dal corpo docente, oltre che dai genitori e immancabilmente dai loro nonni. A loro, canti, piccole coreografie e tanti sorrisi, regalati dai più piccoli che, in grembiule bianco, hanno raccontato i loro nonni. Mai stanchi e sempre attivi, ballano, fanno sport, lavorano e si occupano dei loro amori. Una descrizione perfetta, donata dalle parole dei più piccoli che, attraverso la musica, hanno incantato il numeroso pubblico presente.

E al candore dei grembiulini dei piccoli del terzo anno della Scuola d’infanzia, si è unito il bianco dei palloncini lanciati in aria per ricordare i nonni che non ci sono più ma il cui ricordo non sarà mai cancellato. Sorrisi e manine pronte a rispondere ai saluti hanno invitato i nonni ad assistere ad una festa, per festeggiarli, stringerli in un abbraccio e dirgli grazie per il loro fondamentale Amore. “Tu sarai” di Walter Bassani è l’inno scelto dai piccoli per disegnare con le loro voci il volto dei nonni, in grado di “insegnare senza parlare e giocare come bambini”. Ma come ogni festa che si rispetti, l’invito è a ballare e, con musiche della loro generazione, nonni e nipoti si sono stretti in un'unica danza.

«Grazie ai voi nonni, grazie alla Dirigente scolastica e grazie alla mia collega, Tina Resta, che ha donato ai tre plessi della scuola dell’infanzia tre apparecchi stereo, di cui erano sprovvisti». Oggi collaboratrice esterna volontaria della scuola turese, Tina Resta ha preso la parola, raccontando con emozione il suo legame con i piccoli e la sua gioia nel vederli e saperli felici. «È per questo che al momento del mio pensionamento ho voluto donare qualcosa per i piccoli. Cosa li rende felici se non la musica» - ha espresso. È così che ogni plesso ha oggi un impianto stereo donato dalla Maestra Tina che si è unita alla festa abbracciando col suo sorriso i piccoli e le loro famiglie.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI