Venerdì 19 Ottobre 2018
   
Text Size

In alto i calici, ritorna Bacco per Bacco

Lorenzo e Gianfranco Simone

I fratelli Simone promettono "la più grande edizione di Bacco per Bacco mai realizzata"

Fervono i preparativi della sesta edizione di Bacco per Bacco, la Sagra del Vino Primitivo DOP e del Melograno organizzata dall'associazione Turpuglia.

Anche quest'anno i fratelli Gianfranco e Lorenzo Simone si stanno impegnando per realizzare al meglio l'appuntamento più atteso dell'autunno turese, mettendo in piedi un percorso enogastronomico, ambientato nel nostro meraviglio centro storico, capace di riscoprire tradizioni e sapori antichi, senza dimenticare l'obiettivo principale: unire la valorizzazione dei prodotti della nostra terra alla giusta dose di divertimento.

La fase organizzativa sta presentando qualche difficoltà, soprattutto per l'assenza di un assessorato alla cultura con cui coordinarsi. Tuttavia i fratelli Simone non si fanno scoraggiare e, supportati dall'entusiasmo dei tanti sostenitori della manifestazione, sono determinati a regalarci la "più grande edizione di Bacco per Bacco mai realizzata".

 

Come procede l'allestimento della sesta edizione? Avete già fissato le date?

«L'organizzazione procede spedita, abbiamo iniziato a raccogliere le adesioni degli standisti che stanno arrivando più numerose del previsto, a testimonianza che oramai il brand Bacco per Bacco è ampiamente conosciuto in tutta la Regione. L'evento si svolgerà il prossimo 27 e 28 ottobre, abbiamo reso note le date questa settimana e dobbiamo dire che siamo più che soddisfatti dalla reazione positiva del pubblico».

 

L'assenza di un'Amministrazione sta rendendo più complessa la fase organizzativa?

«Certamente l'Amministrazione comunale negli anni scorsi ha contribuito ad aiutarci nell'organizzazione della manifestazione. Non neghiamo che l'assenza di un assessorato con cui confrontarci, in un primo momento, ha messo a repentaglio l'evento: ci siamo chiesti se valesse la pena continuare, dovendo fronteggiare mille ostacoli senza alcun supporto economico e logistico. Alla fine ci siamo fatti coraggio e abbiamo deciso di gettare il cuore oltre l'ostacolo: quest'anno Bacco per Bacco sarà interamente autofinanziato. La mancanza dell'Amministrazione sta anche rallentando leggermente la realizzazione delle pratiche burocratiche, ma siamo fiduciosi di ricevere il giusto supporto da parte degli enti preposti quanto prima».


Nelle scorse edizioni Turpuglia ha saputo fare squadra, coinvolgendo diverse realtà associative e commerciali turesi. Anche quest'anno avete puntato su questa sinergia?

«Assolutamente sì. Come ogni anno l'associazione "I vecchi tempi" sarà il nostro partner privilegiato; proseguiremo anche la collaborazione con la Nuova Pro Loco di Turi, un'alleanza che si dimostra sempre più strategica. Non escludiamo la possibilità di stringere ulteriori sodalizi con altre realtà associative che vogliano dare il proprio contributo alla realizzazione dell'evento».


Oltre al vino, quali saranno le altre specialità gastronomiche che si potranno assaporare passeggiando per il borgo antico?

«Come da consuetudine i protagonisti dell'evento saranno il Vino Primitivo DOP e la Melagrana Pugliese, due prodotti che rappresentano la nostra terra e la nostra regione a livello internazionale. Non mancheranno le specialità gastronomiche turesi come le "tronere", il caciocavallo impiccato, i panzerotti ed i primi gourmet. Inoltre, l'animazione che stiamo programmando punterà a rinnovare quel favoloso mix tra familiarità e tradizione, creando un percorso che sappia sfruttare la bellezza delle vie e delle piazze del nostro centro storico. Siamo certi che sapremo soddisfare appieno le attese di tutti i nostri visitatori».


Qualche anticipazione sulle novità di questa edizione?

«Non vorremmo anticiparvi troppo... Sappiate però che le novità saranno davvero davvero tante! Certamente verrà ricordata come la più grande edizione di Bacco per Bacco mai realizzata da Turpuglia».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI