Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Aspettando il Festival, si apre l’anno accademico

Chi è di scena corsi

Tra nuovi e consolidati percorsi, il futuro dell’Accademia “Chi è di scena!?”

Ci siamo lasciati a luglio con la speranza di raccogliere risposte concrete dal Palazzo di Città, ma i toni del Maestro Ferdinando Redavid lasciano trapelare ben poche gioie. L’appuntamento con il Festival del Belcanto, edizione 2018, era stato rimandato a settembre - “magari in concomitanza con la Festa del Borgo Antico” - o ai primi freschi di ottobre, sfruttando le temperature ancora propizie per uno spettacolo all’aperto. Siamo a settembre, respiriamo l'aria più mite di fine estate, ma ancora nessuna voce dall'Accademia “Chi è di scena!?”, ferma nei preparativi di una edizione sofferta dell’appuntamento con la cultura musicale italiana.

Il Maestro Redavid

“Ho avuto modo di incontrare il Commissario Cantadori e mi ha riferito come non ci siano soldi per finanziare il Festival del Belcanto. Alla mia richiesta di impiegare parte del contributo del finanziamento Cuore di Banda, a cui anche io ho partecipato, mi ha liquidato dicendo che quei soldi sono indirizzati solo per gli eventi culturali principali, appunto la Festa Patronale e la Sagra della Ciliegia”.

Delusione è quello che si legge nelle parole del direttore artistico di un evento che, ormai entrato nel panorama artistico musicale del sud Italia e tra gli appuntamenti dell’estate turese, sembra non trovare possibilità di realizzazione. “Ma non demordo - prosegue Redavid - perché il Festival non può e non deve fermarsi". Quindi ipotizza un cambio look e struttura e una possibile forma autunnale di questo appuntamento con la magia della musica e l'arte, verso la quale Redavid dedica la sua vita.

“A breve - ricorda - festeggeremo le nostre 10 candeline, tutto questo per merito di un grande lavoro di squadra, di professionisti che amano il loro lavoro e fanno emergere i talenti di chiunque ami la musica”.

Nel frattempo, da lunedì 10 settembre, le porte dell’Accademia sono state riaperte con tante novità ad attendere i corsisti. A fianco delle attività già conosciute, tra cui lezioni di canto, strumenti, danza, masterclass, da quest'anno in Accademia si potrà far crescere un coro di varie età, mentre il maestro Arduino Panaro si unisce ai già numerosi professionisti che abitano la struttura offrendo lezioni di Basso.

Per tutti i nuovi iscritti un simpatico omaggio. Per maggiori informazioni rivolgersi alla segreteria dell’Accademia “Chi è di scena!?”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI