Mercoledì 18 Luglio 2018
   
Text Size

L'11 agosto la reliquia di Sant'Oronzo arriva a Turi

La teca contenente la reliquia di Sant'Oronzo

A seguito di una visita istituzionale in Croazia, le autorità turesi hanno concluso l'accordo con l'Arcivescovo di Zara

Il 19 giugno scorso, una delegazione composta don Giovanni Amodio, presidente dell'associazione “Giubileo Oronziano Turi 2018”, dal dott. Sebastiano Giangrande, sub commissario del Comune di Turi, e dal turese Stefano De Carolis, sottufficiale dell’Arma dei Carabinieri, esperto nella Tutela e salvaguardia del patrimonio culturale, si è recata a Zara (Croazia) per una visita “istituzionale” con le autorità civili ed ecclesiastiche croate. Giunti nella splendida città Dalmata, la delegazione è stata accolta dall’Arcivescovo della città, Mons. Zelimir Puljić, Presidente della Conferenza Episcopale Croata.

L'incontro con l'Arcivesco di Zara

"Fin dall’inizio di quest’anno Giubilare Oronziano - racconta don Giovanni Amodio, arciprete della Chiesa Madre di Turi - avevamo deciso di recarci a Zara per tentare di portare a Turi, sia pure per pochi giorni, la santa e preziosa cassettina-reliquiario contenente il cranio di Sant’Oronzo. Il viaggio è stato organizzato dopo aver preso contatto - grazie all’opera di mediazione del Nunzio Apostolico di Croazia, il nocese Arcivescovo Mons. Giuseppe Pinto, e ad altri rappresentanti della gerarchia vaticana - con lo stesso Arcivescovo della città di Zara, S.E. Rev.ma Mons. Želimir Puljić, che da subito ha manifestato l’interesse entusiastico per le nostre celebrazioni giubilari in onore di Sant’Oronzo".

"Nella giornata del 20 - prosegue Stefano de Carolis - ci siamo recati presso la Curia Diocesana zaratina dove si è tenuto un incontro con Mons. Josip Lenkić, Vicario Generale dell'Arcidiocesi, con don Marin Batur, segretario dell'Arcivescovo di Zara, e con Damira Tolić, funzionario del Dipartimento di Conservazione in Zadar, impiegato presso la direzione del Ministero della Cultura di Croazia. Durante l’incontro si è discusso degli aspetti tecnici e normativi per poter effettuare in sicurezza il delicato trasferimento della cassettina-reliquiario, contenente il cranio di Sant’Oronzo, bene d’arte sacra di pregevole fattura, opera di argentieri dell'XI secolo. Nella medesima riunione si sono concordate le date, le modalità e l’itinerario del trasferimento della reliquia da Zara verso Turi, che avverrà il prossimo 11 agosto con specifica e qualificata ditta, esperta nel trasporto di opere d’arte ed accreditata presso il Ministero della Cultura Croata. Si sono affrontati e chiariti anche tutti gli aspetti normativi vigenti di carattere internazionale".

Il colloquio con le autorità comunali

"Giovedì 21 giugno - racconta Stefano de Carolis - grazie alla preziosa collaborazione e cortesia del Vicario Arcivescovile, la delegazione turese ha ottenuto un incontro istituzionale con il Sindaco di Zara, Božidar Kalmeta, rappresentato dalla sua vicesindaco, da due assessori, e da un funzionario del Comune, esperto in comunicazione e affari internazionali. In serata, durante una cerimonia di inaugurazione cittadina, abbiamo incontrato e conosciuto il Sindaco della città che, essendo stato messo a conoscenza del nostro incontro in Comune, ha espresso con gioia il desiderio di voler visitare Turi per poter omaggiare il nostro Santo Patrono in occasione della prossima festa patronale del 26 agosto".

"L’incontro con gli amministratori zaratini - conclude de Carolis - è stato proficuo e ha tracciato una strada che lascia ben sperare per un futuro rapporto di amicizia, interscambio culturale e di cooperazione solidale tra due città legate nel nome di Sant’Oronzo. Altro aspetto che ci accomuna con la città di Zara, sono frutti a noi molto cari, le marasche 'amarene'; frutti che a Zara hanno avuto un grande successo commerciale grazie all’antica e rinomata produzione dello cherry brandy dalmata, 'il maraschino', il famoso rosolio di ciliegie amarene conosciuto in tutto il mondo".

Commenti  

 
ManRe
#1 ManRe 2018-07-04 12:06
Grazie Comissario le vogliamo bene
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI