Martedì 23 Ottobre 2018
   
Text Size

Ecoday, la Scuola festeggia l'Ambiente

Ecoday Aro  (6)

Una giornata per divertirsi riflettendo sull'importanza della raccolta differenziata

Un pomeriggio all'insegna del divertimento e della sostenibilità. A Turi il 4 giugno scorso gli studenti dell'Istituto Comprensivo "Resta - De Donato", che in questi mesi sono stati protagonisti della campagna di sensibilizzazione alla raccolta dei rifiuti porta a porta, hanno partecipato all'Eco Day organizzato da Navita srl per "festeggiare" l'ambiente.

Le attività sono iniziate alle 18.00, in una Villa Comunale gremita come non mai, con un percorso itinerante tra i lavori in mostra realizzati dagli studenti stessi, tra cui pregiatissimi 'mandala'. Realizzati interamente con materiale riciclabile, sono la dimostrazione più lampante di come quelli che gli adulti considerano "scarti" da destinare alle "puzzolenti discariche", con un po' di fantasia possono essere riutilizzati in modo creativo. Dopo lo spettacolo di narrazione, rigorosamente in tema ambientale, nasi all'insù per l'esibizione di giocoleria: clavette e magici bastoncini, dopo aver volteggiato nell'aria, venivano recuperati con destrezza.

Alle 19.00 è iniziato invece il grande Quiz della differenziata con "Aro il calamaro": gli alunni sono stati "interrogati" con domande e riflessioni sui risultati ottenuti a un anno dalla partenza della raccolta porta a porta. A conclusione della manifestazione, prima del "Ballo della differenza", la strabiliante esibizione degli studenti della 3A del Comprensivo con il canto "I pirati del riciclaggio".

“In questi mesi - ha dichiarato l’amministratore di Navita Francesco Roca - è stato svolto un lavoro importante insieme ai bambini delle scuole dell’intero territorio comunale, coinvolgendoli in laboratori creativi sui temi dei rifiuti e illustrando loro l’importanza del riuso degli oggetti. I miei complimenti vanno ai bambini, alle maestre ed alla Dirigente Scolastica. Tutti si sono messi in gioco e hanno realizzato questi bellissimi lavori”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI