Domenica 21 Ottobre 2018
   
Text Size

Numeri da record per la 28esima Sagra della Ciliegia Ferrovia

Sagra delle Ciliegie 2018 (3)

Sagra come la Festa Patronale. Turi vestita di rosso per due giorni

Plausi e ancora plausi ad una macchina organizzativa che, ancora una volta e come in tanti sostenevano, ha regalato due serate di grande stile e pregio a Turi, raddoppiando i già entusiasmanti risultati che si erano registrati l'anno scorso, con oltre 100 mila visitatori e più di 250 quintali di ciliegie vendute.

Ospite d’onore, la nostra tanto amata Ciliegia Ferrovia, che per due sere, il 2 e il 3 giugno, ha danzato per le strade cittadine mostrando la sua bellezza a quanti, da Turi e soprattutto dai paesi vicini e lontani, l’hanno ammirata, gustata, apprezzata, acquistata e portata a casa.

Taglio del nastro alle ore 19.00 circa di sabato 2 giugno, ma percorsi cittadini già gremiti di tradizione e curiosità sin dal primo pomeriggio quando, ancora prima di iniziare, si mettevano a punto gli ultimi dettagli di due serate da gala.
Ed è lo spettacolo, quello a cui i ragazzi dell’Associazione 'In Piazza' ci hanno abituato, ad aprire le danze e portare gli occhi al cielo. Nasi all’insù ad ammirare l’armonia della danza che ha aperto la 28esima edizione della Sagra della Ciliegia Ferrovia dove tradizione e innovazione sono gli ingredienti che si amalgamano per plasmare due giornate di divertimento e promozione.

Musica della Junior Band e Conturband, mostre fotografiche, mostre d’artigianato, passeggiate guidate nel borgo, sapori e profumi della tradizione turese e pugliese, divertimento per i più piccoli, una lettura dialettale, concorsi e premi ed infine, posto d’onore, spennellate di rosso Ferrovia sono stati i protagonisti di questa edizione che non può che donare una nuova panoramica di un paese che ha voglia di indossare i vestiti più belli per farsi conoscere e visitare.

Fiumi di gente hanno invaso sin dalle prime ore le strade occupate, lasciando spazio di ammirazione al nostro centro storico che, non occupato da fumi e colori innaturali, ha mantenuto la sua bellezza ospitando il percorso storico dedicato alle Vie Oronziane preparato dall’Associazione "I vecchi tempi".

Così, da piazza Silvio Orlandi, lungo via XX Settembre e via Maggiore Orlandi, curiosi e appassionati hanno raggiunto la piazza di San Giovanni Battista dove la torre dell’orologio ha fatto da sfondo perfetto per gli spettacoli più attesi. Una location ideale per le tanto ammirate Fontane danzanti che, con due spettacoli per serata, hanno lasciato tutti entusiasti. Cazacu’s fontane danzanti, con un gioco di luci, fuoco e acqua, ha donato un magico momento che in tantissimi non hanno mancato di immortalare con il proprio cellulare, lasciando poi spazio alla musica de Le Stelle di Hokuto, tornate ad allietare il pubblico turese con le sigle dei più indimenticabili cartoon degli anni ‘80 e ‘90, e all'esibizione dei Cipurrid, con la travolgente musica salentina che ha coinvolto i numerosi spettatori. Ottimo successo per Turi, grande e meritato risultato per gli organizzatori e, per chi se lo fosse perso, non possiamo che invitarvi al prossimo anno, con la 29esima edizione della Sagra della Ciliegia Ferrovia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI