Domenica 24 Giugno 2018
   
Text Size

Marching band da parata

Guarda che Banda Turi (3)

Con Dipierro e Gargano, "Guarda che Banda" vince il Pin della Regione Puglia

“Guarda che Banda”, guidato dal maestro Margherita Dipierro e diretto da Nuccio Gargano, è il vincitore progetto Pin della Regione Puglia. Avete presente le parate americane, dove musica, spettacolo e danza si uniscono per divertire e coinvolgere il pubblico? È a questi che si sono ispirati i musicisti turesi che, già abili conduttori di straordinarie esperienze musicali con la street band Conturband e la Junior Band, oggi avviano un nuovo percorso artistico con “Guarda che Banda”, che rientra nelle iniziative promosse dalle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI, finanziata con risorse del FSE – PO Puglia 2014/2020 Azione 8.4 e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Guarda che Banda Turi (1)

Il progetto nasce dall’esigenza di rinnovare e rielaborare il repertorio bandistico tradizionale della banda pugliese attraverso l’incontro con forme musicali ed artistiche diverse, trasformando la tradizionale “banda da giro” in un vivace laboratorio musicale che coinvolge decine di musicisti di tutte le età.

La musica di “Guarda che Banda” è generosa e travolgente, sempre familiare ma mai sentita prima. È una musica che si ascolta, si vive e si guarda: la banda a volte si muove a tempo di musica, accompagna i brani con coreografie di insieme, evolve stilisticamente nello stile di marcia in parata, porta lo spettacolo in mezzo alla gente, ed un corpo di ballo ne accompagna i momenti salienti con le sue artistiche danze.

“Guarda che Banda” porta la banda di paese a trasformarsi in una energica fanfara ritmata da una nuova selezione strumentale e da una innovata classe di percussioni. In tal modo la “marcia pugliese” verrà arricchita da nuove tendenze artistiche, senza perdere la sua anima atavicamente legata al territorio, ma veicolata nelle piazze con rinnovato ardore e con nuove vesti a festa.

Sono infatti musicisti e ballerine della provincia barese a comporre i 45 elementi di “Guarda che Banda”, che da pochi mesi fa divertire il pubblico di feste patronali e sagre della Puglia e non solo, con brani classici, seppur rivisitati, cui si aggiungono pezzi pop o tratti da culture oltreoceano, accompagnati da ballerine e musicisti con un look più moderno e meno ancorato al passato. "Guarda che banda"' fa ballare le sagre di Puglia tra innovazione e tradizione: pop, ballo e classici 2.0. Ottoni e sassofoni con percussioni più simili alle sonorità attuali ad eseguire le musiche da strada dove pubblico e artisti, posti uno di fianco all'altro, creano uno spettacolo di grande stile.

Guarda che Banda Turi (2)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI