Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Doppio appuntamento con il vino d'autore

Vinoway (5)

"Vinoway 2018" e "Bianca di Puglia", passerella d'onore per
le Cantine Coppi e la Vitivinicola Giuliani

 

Doppio appuntamento con il vino d'autore in cui le due cantine di Turi sono salite in cattedra, distinguendosi ancora una volta per la qualità dei propri distillati, frutto di una passione affinata da una decennale ricerca delle migliore tecniche per esaltare il frutto di Bacco, senza mai dimenticare i preziosi insegnamenti della tradizione.

Venerdì 4 maggio, nella splendida location leccese di Castello Monaci a Salice Salentino, le Cantine Coppi e la Vitivinicola Giuliani sono state protagoniste del primo appuntamento di Vinoway con la sua Wine Selection 2018.

Si tratta di una manifestazione nata con l’intento di dare risalto ai migliori vini bianchi e rossi d’Italia. Ideato e organizzato da Davide Gangi, Presidente dell’Associazione Culturale e di Promozione Vinoway Italia, l'evento vanta il patrocino dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e di Assoenologi Puglia, Calabria e Basilicata; oltre che la collaborazione di AIS Puglia.

Alle spalle di quello che viene definito l'appuntamento più "glamour" del vino, un laborioso lavoro di cernita, che ha portato a selezionare per ogni azienda un solo vino, bianco o rosso, che abbia ottenuto un punteggio non inferiore agli 88 punti, quindi solo vini di ottima manifattura, destinati a regalare sensazioni organolettiche di altissimo pregio. Ebbene, per le Cantine Coppi la scelta è caduta sull'impareggiabile "Senatore 2011", che ha già ottenuto il terzo posto fra i migliori vini rossi d’Italia. Giuliani, invece, ha potuto esibire il fiore all'occhiello della sua scuderia: il Lavarossa 2014, un primitivo DOC che, nell'ultima edizione del Vinitaly, ha sorpreso piacevolmente la critica.

Come rimarcato dagli organizzatori, l'obiettivo di questa edizione è stato quello di dare risalto al lavoro dei produttori che stanno valorizzando con la loro passione e determinazione l’intero settore della vitivinicultura, a ragione considerato patrimonio culturale ed essenziale delle origini del nostro Paese.

Sabato 5 maggio, è stata invece la volta di "Bianca di Puglia", l'evento di promozione dei vini bianchi pugliesi organizzato dall'Associazione Italiana dei Sommelier. Giunta alla sua quinta edizione, la manifestazione è stata ospitata nella suggestiva cornice del Fortino Sant’Antonio sul lungomare di Bari, registrando la presenza record di 250 produttori pugliesi, tra cui le due etichette pugliesi scelte per rappresentare la Murgia.

Anche quest’anno la kermesse tra i banchi d’assaggio è stata preceduta da un convegno che ha affrontato il tema dei vitigni tradizionali pugliesi e di quelli impiantanti, esempio dello sposalizio vincente tra sperimentazione e ammodernamento dei processi produttivi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI