Martedì 23 Ottobre 2018
   
Text Size

Sagra della Ciliegia Ferrovia, fervono i preparativi

Sagra ciliegia 2017

Livio Lerede, presidente dell'Associazione In Piazza, ci rivela
le anteprime della 28esima edizione


Si è finalmente sciolto l'enigma dell'affidamento dell'organizzazione della 28esima edizione della Sagra della Ciliegia Ferrovia, in programma il prossimo 2 e 3 giugno. Sarà l'associazione In Piazza, come tutti si aspettavano dopo il successo dello scorso anno, a curare l'edizione 2018 dell'appuntamento che, insieme alla Festa Patronale, caratterizza il palinsesto culturale estivo di Turi.

Dopo aver tenuto il fiato sospeso per oltre due mesi, i ragazzi della dinamica associazione turese hanno ricevuto in questi giorni l'incarico ufficiale dal Commissario Andrea Cantadori.

All'indomani della lieta notizia, il presidente Livio Lerede ha accettato di rispondere alle nostre domande.


Ci sono novità sull'affidamento dell'incarico per l'organizzazione della Sagra?

"Sì, martedì siamo stati ricevuti dal commissario prefettizio che ci ha dato piena disponibilità e collaborazione in continuità alla lettera giuntaci a fine marzo da parte dell'amministrazione comunale".


Come mai questo ritardo nell'assegnazione?

"Questo è un problema che ci ha contraddistinti in tutti gli anni in cui abbiamo avuto l'onore e l'onere di organizzare la Sagra della Ciliegia Ferrovia. Credo che un evento così importante, dove si promuove un prodotto fiore all'occhiello del nostro paese, debba essere affidato molti mesi prima. Le nuove norme sulla sicurezza ci impongono dei protocolli e tempi che non possiamo decidere. Reperire sponsor e cercare collaborazioni è un momento sicuramente importante non da meno a all'organizzazione stessa.

Credo che i dissidi all'interno dell'amministrazione abbiano influito sull'affidamento della sagra. La dottoressa Lavinia Orlando si è molto prodigata ma evidentemente è stata l'unica (o quasi). Noi come al solito daremo il massimo per rendere onore alla nostra cittadina".


Veniamo al programma, può darci qualche anticipazione?

"A grandi linee lo schema è sempre lo stesso, stiamo pensando a qualcosa di particolare nel centro storico. Ma per adesso scaramanticamente non ne parliamo. E poi chissà se riusciamo a far arrivare la nostra locomotiva "RossoFerrovia" in qualche paese limitrofo a far annunciare la nostra sagra".


Anche quest'anno si rinnoverà l'appuntamento con la lotteria?

"Sicuramente sì. In tempi così ristretti l'unica forma di reperimento fondi è la lotteria. Per questo motivo faccio un appello a tutti i cittadini turesi: la Sagra è di tutti noi... Acquistando un biglietto contribuiremo sicuramente ad avere una sagra più bella, senza tralasciare la possibilità di vincere una Fiat 500!".


Avete in mente di collaborare con altre realtà associative?

"A tal proposito abbiamo già contattato alcune realtà associative del territorio che hanno già dato la loro disponibilità. E approfitto di questa intervista per invitare chiunque voglia collaborare alla manifestazione. La sagra è di tutti i turesi".

FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI