Venerdì 19 Ottobre 2018
   
Text Size

I servizi sociali e la "questione sicurezza"

Tampoia e Valentini

Secondo appuntamento con il ciclo di incontri "Sulle orme di Aldo Moro"

Lunedì 16 aprile, presso il Centro culturale Polivalente, ha avuto luogo il secondo incontro formativo rivolto alla cittadinanza: “Sulle orme di Aldo Moro… la conoscenza alla base della buona amministrazione”. Organizzato dal Centro Studi "Aldo Moro", il seminario è stato moderato dal professor Domenico Leogrande, accompagnato dagli interventi della dottoressa Graziana Tampoia, responsabile del settore Affari Generali, e del Tenente Giuseppe Valentini, Vice Comandante dell’Ufficio Polizia Urbana del Comune di Turi.

Ricordiamo che questa iniziativa ha come obiettivo quello di garantire alla cittadinanza una maggior consapevolezza delle questioni amministrative e politiche, molto spesso ignorate a causa della scarsa conoscenza delle prassi intrinseche alla gestione della cosa pubblica, cercando attraverso un dialogo costruttivo le possibili soluzioni per fronteggiare al meglio le problematiche che si riscontrano quotidianamente. A tal fine, ogni incontro è stato tarato sulla diretta testimonianza di chi vive quotidianamente le difficoltà e le anomalie della macchina amministrativa, spesso stretta negli asfissianti vincoli burocratici.

In particolar modo, nella serata di lunedì, si è posto l’accento sui servizi sociali, culturali e demografici, non solo a livello locale ma anche nazionale; inoltre è stata un’occasione importante per approfondire a tutto tondo i concetti di legalità e di sicurezza del cittadino che, oggi più che in passato, richiedono urgentemente nuove norme attraverso cui esplicarsi. Fra le varie questioni, si è parlato soprattutto delle modalità di erogazione dei nuovi servizi sociali, ma anche della lentezza della loro applicabilità a causa di una anomalia nel sistema amministrativo locale, minato dalla drastica riduzione del personale rispetto agli altri comuni. Molti sono, infatti, i finanziamenti regionali inutilizzati per questioni di tempistiche e ciò porta i comuni più piccoli come Turi a dare una preferenza e una priorità ai servizi sociali storici. Ad essere maggiormente penalizzati da questi intoppi del sistema sono proprio i bambini autistici e i disabili, che non riescono ad usufruire, nei tempi utili, dei giusti supporti per vivere al meglio l’ambiente scolastico.

Nell’ultima parte dell'incontro, il tenente Valentini ha ribadito la necessita di un coinvolgimento della collettività intera per quanto riguarda la materia di Protezione Civile, in quanto nel territorio turese latita una cultura sul suo pieno funzionamento. Infine, si è molto discusso sulla problematica delle occupazioni abusive da parte di extracomunitari e sulla necessità di applicare un piano completo di videosorveglianza e di controllo per garantire la massima convivenza e sicurezza nel paese.

ROBERTA LOBASCIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI