Giovedì 19 Luglio 2018
   
Text Size

Costituita la sezione turese dell'ANPI

ANPI Turi

Eletto il Direttivo, il 24 aprile ci sarà l'inaugurazione ufficiale

Il primo dicembre 2017 si è costituita ufficialmente la sezione di Turi dell’ANPI. Nel primo congresso fondativo ha eletto i suoi organi direttivi nelle persone di: Stefano Orlandi, Presidente; Mary Moschetti, Vice Presidente; Maria Laura Camposeo, Segretaria e Cassiera; Sabino De Nigris, Incaricato alla ricerca storica; Fabiana Levanto, Consigliera; Angelo Logrillo, Consigliere.

La sezione composta da cittadini turesi e non, è già attiva dallo scorso anno con varie attività tra cui il dibattito sul referendum costituzionale, la giornata dedicata a Sandro Pertini, ed altre iniziative.

Il prossimo 24 Aprile ci sarà l’inaugurazione ufficiale della sezione turese e la sua intitolazione.

 

Cosa è l’ANPI

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia viene costituita a Roma nel 1944, quando ancora il nord Italia è sotto l’occupazione nazifascista; e viene eretta in ente morale col DLL n. 224 del 5 gennaio 1945. Ottiene, nel 1958, il riconoscimento di legge del valore della Resistenza nel travagliato e complesso processo di Liberazione.

Negli anni successivi, l’ANPI dedica il suo maggior impegno alla memoria, cercando di renderla attiva e dunque accompagnata da conoscenza e riflessione. Si impegna, inoltre, sui temi della concreta attuazione della Costituzione e della piena realizzazione della democrazia.

Nel 2006, a seguito di un importante Congresso, decide di aprire le iscrizioni anche agli antifascisti che si riconoscono nei programmi e nelle finalità dell’ANPI. Da allora è continuo l’afflusso di giovani. Si lavora, a tutt’oggi, per assicurare la continuità tra i combattenti per la libertà, che per anni erano stati il nucleo fondamentale dell’ANPI e le nuove generazioni, affluite dopo il 2006.

Oggi, gli iscritti sono rappresentativi, non solo di tutte le età, ma anche di ogni tipo di provenienza sociale e professionale, restando sempre alla base di tutto il trinomio Resistenza, Costituzione, Antifascismo.

Commenti  

 
povera turi
#3 povera turi 2018-04-11 15:21
Povera Turi e povera Italia...qui c è crisi si muore ancora di fame, c è disoccupazione, i ragazzi continuano ad emigrare e questi pensano all'ANPI...ridicoli...anzi illusi di essere liberi o di poter combattere qualsiasi forma di dittatura..
Citazione
 
 
Elezioni
#2 Elezioni 2018-04-10 13:19
..prendete nota... quanti di questi voltagabbana... "sfrutteranno" la situazione... candidandosi.
Citazione
 
 
B.Elefante
#1 B.Elefante 2018-04-09 22:09
Ennesima pagliacciata di falsa sinistra.
Ci manca solo la vicesindaca sedicente comunista, che promette pubblicamente di rendere noti i resoconti delle decine di migliaia di euro che elargite a chi grazie a lei di contributi comunali ci campa, e che per ben due anni non lo ha mai fatto, così confermando ogni sospetto sulle ragioni che li tengono nascosti.
I partigiani hanno imbracciato i fucili per combattere i nazifascisti e costruire la nostra costituzione che prevede imparzialità e trasparenza nelle pubbliche amministrazioni, principi che questi falsi antifascisti calpestano. Basti solo osservare come in 4 anni di governo di sinistra(quale bestemmia!) non sono stati nemmeno capaci di rendere pubblici i permessi edilizi, cosa che avviene anche in comuni come Casamassima o Conversano da tempo amministrati dal centrodestra.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI