Lunedì 24 Settembre 2018
   
Text Size

Successo per le Giornate FAI di Primavera

Giornate FAI Turi 2018 (4)

Tutti in visita a San Domenico e Palazzo Tito-Aceto, scortati dagli 'apprendisti cicerone' dell'Ites "Pertini. Il resoconto delle volontarie turesi

L’idea di portare le Giornate Fai di Primavera a Turi è nata a seguito di una chiacchierata con l’arch. Domenica Laruccia, entrambe siamo volontarie del Fai, volevamo far scoprire e riscoprire meraviglie locali più o meno conosciute. L’idea ha preso forma quando abbiamo incontrato la Signora Mariella De Nigris, che con immensa gioia voleva aprire le porte di casa e mostrare il bene non solo ai soci del Fai ma a tutti i suoi concittadini. Da subito ci siamo attivate affinché questa idea non restasse sepolta in un cassetto ma potesse vedere la luce. Per vicinanza al Bene della signora e per importanza, abbiamo pensato di mostrare la chiesa di San Domenico dopo la recente ristrutturazione, e in questo Don Giovanni Amodio si è dimostrato disponibilissimo e colmo di gioia per l’iniziativa. Non restava che coinvolgere la scuola attraverso il progetto Apprendisti Cicerone, quindi ci siamo rivolte a diverse scuole di Turi e dei paesi limitrofi, ma l’unico favorevole ad accettare il progetto è stato il vicepreside Osvaldo Buonaccino, che ha sposato sin da subito questa idea e che ha coinvolto con il suo entusiasmo i professori dell’Ites di Turi. Un grazie quindi va ai professori che hanno trasmesso la loro preparazione ai ragazzi delle terze e della IV D dell’Istituto Pertini: Vito Capriati, Maria Compagnone, Ester Lorusso, Francesca Natale, Maria Virginia Rossi, Loredana Salvatore, Anna Rita Valentini e non ultimo per importanza Fabio Zita, anche fotografo ufficiale dell’evento.

I 52 Apprendisti Cicerone si sono dimostrati preparati e tenaci a sfidare il tempo e ad accogliere sempre con un sorriso i visitatori, ricevendo complimenti e anche qualche applauso.

La gestione pratica dell’iniziativa non poteva svolgersi senza l’aiuto prezioso dell’associazione “Il Viandante”. Ci fa piacere menzionare i loro nomi: Massimiliano Cacciapaglia, Dario Centore, Angelica De Tomaso, Damiano Pascalicchio e Maria Rosaria Venere; ma anche dei volontari Mariella Mazzone, Tina Ottavino e Raffaele Valentini che hanno dedicato del tempo in queste giornate di festa nonostante gli impegni di lavoro e familiari.

Il tutto si è svolto sotto la supervisione della Delegazione Fai di Bari e in particolare del Gruppo Fai di Monopoli; i volontari Giuseppe Galanto e Ilaria Palmitessa insieme alla segretaria regionale Fai Mariangela Marchese ci hanno supportato e coadiuvato nell’organizzazione e speriamo di poter continuare a collaborare con loro anche in futuro.

Ringraziamo per il patrocinio il comune di Turi e l’amministrazione tutta per il supporto, l’intero Comando della Polizia Locale nella persona del comandante Marzano Evangelista e la Protezione Civile locale per la sicurezza sul territorio.

Ringraziamo inoltre anche il fioraio De Michele per l’abbellimento gratuito dei due luoghi, il sacrestano Felice Gentile per averci concesso del tempo e tutte le attività di bar e ristorazione per i locali messi a disposizione dei ragazzi.

Un primo evento, quello turese, battezzato dalla pioggia che non ha scoraggiato i 450 visitatori provenienti da Bologna al Molise, da Manfredonia a Lecce. Un bel numero considerando appunto le atmosfere avverse, molti tra questi sono stati i turesi accorsi che hanno accolto favorevolmente l’iniziativa suggerendoci anche prossime aperture. Concludendo non ci resta che dire GRAZIE e arrivederci alle prossime Giornate Fai!

Silvana Sabino e Domenica Laruccia

Foto Fabio Zita

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI