Giovedì 19 Luglio 2018
   
Text Size

I Sacri Sepolcri a Turi

San Rocco

Tantissimi i fedeli che nella serata di giovedì 29 marzo, Giovedì Santo, hanno visitato i tradizionali “Sepolcri” nelle chiese cittadine. Silenziosi, in fila e avvolti dal mistero della fede, si sono avvicinati agli allestimenti realizzati presso le nostre parrocchie. L'adorazione eucaristica ha avuto inizio alle ore 20,00 nelle chiese di Santa Chiara e San Domenico; alle ore 21,30 a San Giovanni e alle ore 22,00 in Chiesa Madre e nella chiesa Maria SS. Ausiliatrice.

Particolare attenzione ha suscitato la rappresentazione artistica realizzata nella chiesetta di San Rocco dall'associazione "I Vecchi Tempi".

Il termine “sepolcro” è da sempre utilizzato per indicare quello che più propriamente andrebbe definito come “altare” o “cappella” della reposizione, allestita al termine della “Missa in Coena Domini” del Giovedì Santo al fine di accogliere le specie eucaristiche consacrate. Nell’altare vengono in genere collocati il tavolo, simbolo del sacrificio e dell' imminente Pasqua, il pane, il vino, i tredici piatti degli apostoli ed il tabernacolo dove è collocata la SS. Eucaristia. Tra gli addobbi tipici, vanno ricordati i fiori bianchi ed i vasi contenenti semi di grano germogliati, che simboleggiano il passaggio dalle tenebre della morte di Gesù alla sua Resurrezione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI