Giovedì 19 Luglio 2018
   
Text Size

La Grande Guerra raccontata da Sergio Tazzer

Sergio_Tazzer

“Sono appena nati ieri, ieri appena e son guerrieri”, sono i ragazzi del ’99, appellativo assegnato ai coscritti negli elenchi di leva i quali, compiendo diciott’anni nel 1917, in piena Prima Guerra Mondiale, potevano essere inviati in battaglia. Morti in giovanissima età, protagonisti di battaglie epiche e insperate rimonte, a loro sono state dedicate canzoni, targhe, opere letterarie.
Nell’ultimo discorso d’inizio anno, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella li ha ricordati, sottolineando che, nel 1918, molti ragazzi del ’99 morirono nelle trincee.

A parlare di loro, ospite di “Didiario - Suggeritori di libri”, sarà pure Sergio Tazzer, presidente del CEDOS - Centro di Documentazione Storica sulla Grande Guerra, autore de “Ragazzi del Novantanove”, Kellermann Editore. Nel primo centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, siglata dall’armistizio dell’11 novembre 1918, infatti, Tazzer, classe 1946, trevigiano, giornalista e ricercatore, sarà protagonista di due appuntamenti.

Martedì 20 marzo, alle ore 18:00, sarà alla Casa delle Idee di piazza Gonnelli a Turi, per un incontro organizzato in collaborazione con l'Associazione Nazionale Bersaglieri sezione “A. Pedrizzi” di Turi. Accanto all’autore, interventi del generale B. EI Emilio Motolese, di Alina Laruccia, presidente dell’a.p.s. “Didiario – Suggeritori di libri”, di Domenico Resta, storico. Letture di Angela Antonacci. Mercoledì 21 marzo, poi, Sergio Tazzer sarà a Putignano per incontrare i docenti e i discenti del Polo liceale “Majorana - Laterza”.

locandinaTazzer

Commenti  

 
La Redazione
#2 La Redazione 2018-03-20 08:50
Abbiamo provveduto a correggere. Grazie per la segnalazione.
Citazione
 
 
Alina Laruccia
#1 Alina Laruccia 2018-03-19 16:58
Il nome dell'autore è Sergio Tazzer, un refuso evidentemente nel comunicato stampa lo ha trasformato in Fulvio.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI