Lunedì 24 Settembre 2018
   
Text Size

"Quaresima con il nostro Vescovo Giuseppe"

Vescovo a Turi

A Turi rinasce la tradizione della "statio", l'antico raduno quaresimale

Giovedì 8 marzo nuovo appuntamento per i fedeli turesi: nell'ambito del programma di celebrazioni per l'Anno Giubilare Oronziano, si è svolta l'antica forma del raduno quaresimale chiamata "statio".

"Guardare Gesù - ha affermato Sua Eccellenza Giuseppe Favale - deve significare infine ritrovarci come discepoli che crescono nella comunione e camminano insieme, guidati dal Maestro, con il bastone del pellegrino tra le mani e avendo nella bisaccia il pane fragrante della Parola, unica vera ricchezza che la Chiesa possiede. Per richiamare questa nostra comune vocazione di popolo in cammino, ho proposto l’antica forma di raduno quaresimale, che è la statio. Mi renderò presente in ogni zona pastorale per una celebrazione comunitaria, che coinvolgerà tutte le Parrocchie della Città. Sarà un’occasione per ricentrare lo sguardo su Gesù, il Pastore buono, che guida i passi della Chiesa, e per rinsaldare i vincoli di unità e di comunione fra noi, nella consapevolezza che è necessario uscire dalle chiese, se si vogliono incontrare i fratelli e le sorelle nei luoghi della vita quotidiana, e così farci carico delle loro attese e delle loro speranze...".

Dunque, dopo l'Incontro Penitenziale, svoltosi alle 17.30 presso la Parrocchia San Giovanni Battista, alle 18.00 le vie cittadine sono state animate da una fiaccolata che ha condotto i fedeli verso la Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice, dove si è potuto assistere alla Concelebrazione Eucaristica presieduta dallo stesso Mons. Giuseppe Favale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI