Sabato 22 Settembre 2018
   
Text Size

Gli studenti dell’ITES “Pertini” insegnano l’italiano agli stranieri

Ites corso italiano

La Legge 107/2015 ha introdotto l’obbligo, per le scuole superiori, di istituire percorsi di alternanza scuola-lavoro nell’ottica di una maggiore integrazione tra offerta formativa delle scuole e territorio, ma anche con lo scopo di avviare gli studenti a un primo contatto con il mondo del lavoro.

Ciascuna scuola ha utilizzato in maniera diversa questa opportunità. L’ITES “Pertini” sin dallo scorso anno ha avviato un percorso di collaborazione con l’ACLI che ha portato i suoi studenti a condurre ricerche, analizzare grafici e studiare dati relativi al fenomeno dell’immigrazione nella provincia di Bari. Gli alunni, in una fase successiva, hanno effettuato uno stage aziendale presso gli uffici del Patronato e del Caf di Bari. Lì hanno affiancato i tutor aziendali esperti in pratiche assistenziali e previdenziali, assistenza e consulenza fiscale, assistenza pratiche contabili delle buste paga, assistenza a colf e badanti, pratiche inerenti le attività della Prefettura e la Questura, rinnovo permessi di soggiorno, ricongiungimento ai familiari. Hanno compilato i modelli 730 e gestito l’accoglienza al front office.

La collaborazione prosegue anche per questo anno scolastico e gli studenti della classe VA, guidati dalle insegnanti Pia Impedovo e Tiziana Panaro, hanno avviato un progetto che ha portato alla realizzazione di un corso di lingua italiana di livello A1 destinato agli immigrati presenti sul territorio che desiderano arricchire il proprio bagaglio linguistico-culturale ed avviare un positivo processo di integrazione. Il progetto è consultabile sulla pagina facebook: www.facebook.com/imparalitalianoconnoi.

Si tratta di un corso articolato in sei videolezioni che focalizzano su: presentazione e saluti, colori e numeri, animali, giorni della settimana, mesi e stagioni, cibo.

Il progetto è interattivo ed in progress, quindi il monitoraggio e il gradimento da parte dei fruitori permetterà l’implementazione del corso. Saranno realizzati ulteriori video per arricchire l’offerta.

Notevoli le ripercussioni positive di questa esperienza sui ragazzi. Hanno dovuto svolgere il ruolo di insegnanti e, quindi, si sono dovuti spogliare della loro veste di fruitori per poter individuare le modalità di insegnamento migliori da attuare, hanno dovuto girare dei video in cui hanno scelto di affiancare l’inglese all’italiano proprio perché, dalle loro ricerche, è emerso che molti immigrati conoscono questa lingua. Grande l’entusiasmo delle insegnanti che si augurano che il progetto prosegua e si avvalga della collaborazione di tutti coloro che avranno voglia di arricchire questa opportunità formativa.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI