Sabato 21 Ottobre 2017
   
Text Size

I ragazzi di Puglia in visita al Consiglio regionale

ragazzi in consiglio regionale

Un'iniziativa per avvicinare gli studenti pugliesi alla vita politica del proprio territorio

La visita degli alunni nel Palazzo sede del Consiglio regionale delle scuole pugliesi proseguirà anche nel prossimo anno scolastico in una nuova veste che non muta le finalità dell’iniziativa, tesa a favorire un contatto diretto fra studenti e l’organismo legislativo regionale.

Il progetto “I ragazzi di Puglia in visita al Consiglio regionale” è promosso dalla Presidenza del Consiglio regionale d'intesa con l'Ufficio Scolastico Regionale della Puglia e realizzato dalla Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale ed è rivolto agli alunni degli Istituti scolastici pugliesi al fine di promuovere la conoscenza dell'Istituzione e avvicinare i giovani alla politica, favorendo così la formazione di cittadini consapevoli e attivi.

L’edizione di quest’anno, rispetto alle precedenti, contiene una novità rilevante, quella di assicurare una partecipazione finanziaria alle spese sostenute dalle scuole per effettuare le visite.

Gli studenti saranno guidati direttamente dal personale dipendente della Regione che, sulla base dell’esperienza acquisita, trasmetterà i principi ed i contenuti dell’azione legislativa e farà conoscere il lavoro amministrativo relativo all’attuazione delle politiche regionali.

Ai fini dello svolgimento del progetto, la Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia giocherà un ruolo determinante per far conoscere ai cittadini una risorsa fruibile a titolo gratuito su tutto il territorio pugliese in quanto Centro di documentazione, con la possibilità di accedere anche a distanza e di attivare laboratori di promozione della lettura.

Al bando potranno partecipare le classi quarte e quinte della Scuola primaria e le classi di Scuola secondaria di I e II grado. Gli Istituti interessati a partecipare all'iniziativa, dovranno inoltrare istanza al Presidente del Consiglio regionale entro e non oltre il 21 ottobre 2017.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI