Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

Sant’Oronzo in processione a Villa Eden

Sant'Oronzo a Villa Eden (4)

La statua del Santo Patrono ha fatto visita agli ospiti dell'hospice turese

Martedì 22 agosto 2017 è stato un giorno molto importante e significativo, denso di preghiera e di commozione, sicuramente da ricordare e da segnare positivamente sul libro delle esperienze più belle di “Villa Eden”. I sacerdoti delle tre comunità parrocchiali di Turi, in accordo con il Comitato Feste Patronali, hanno pensato di portare in processione il mezzo busto della statua di Sant’Oronzo nei luoghi di fragilità e sofferenza, presenti sul territorio.

L’invito è stato accolto con grande onore dalla direzione e da tutto lo staff di Villa Eden, ma soprattutto dagli “anziani nonnini”, dai ragazzi disabili e dai pazienti dell’hospice, che, nonostante la giornata un po’ ventosa, alle 10.00 erano tutti pronti in prima fila ed hanno atteso con grande trepidazione l’arrivo del Santo Patrono.

Sant’Oronzo ha fatto il suo ingresso trionfale in struttura, accompagnato dai fuochi pirotecnici, da un complesso bandistico e da alcuni canti liturgici eseguiti con grande maestria dai ragazzi del coro della Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice, guidati da Giovanni Sabino. Al suo arrivo, insieme alla commozione dei parroci, non sono mancate lacrime di gioia e di emozione che hanno rigato il volto non solo degli anziani, ma anche dei parenti e di tutto il personale di Villa Eden: Sant’Oronzo, nella sua grande maestosità e con quello sguardo profondo, sembrava voler abbracciare e benedire tutti i presenti.

L’Avv. Leone Rossella, a nome della direzione e del personale, ha salutato tutti i convenuti ed ha ringraziato i rappresentanti del Comitato per quest’evento. Hanno preso parte alla celebrazione, don Ciccio Aversa, che cura la crescita spirituale e religiosa degli ospiti di Villa Eden e don Giovanni Amodio, parroco della chiesa di San. Giovanni Battista, il quale ha ricordato il grande valore spirituale della sofferenza, luogo privilegiato in cui il Signore incontra l’uomo e misura la sua fede. Ha rivolto un saluto particolare e una benedizione, per intercessione di Sant'Oronzo, a tutti gli anziani e ai malati terminali dell’hospice che lottano tra la vita e la morte. Poi si è dato spazio alla preghiera personale e alle foto di gruppo con il Santo Patrono che, dopo aver sostato nella Cappella di Villa Eden, tra applausi e canti ha raggiunto in processione la Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice, nella quale, la direzione e il personale della struttura, si sono ritrovati alle 19.00, per la celebrazione eucaristica.

Ancora una volta, don Ciccio, ha ricordato la bellezza dell’esperienza vissuta in mattinata, la commozione dei nonni che attendevano Sant’Oronzo ed ha ringraziato tutti per la grande cura e dedizione, che caratterizza questo delicato lavoro al fianco di chi soffre. Ha sottolineato più volte che il letto del dolore diventa altare, dove si celebra l’eucarestia della vita. Ha invitato tutti i presenti a mettere la propria vita nelle mani di Dio, come ha fatto Sant'Oronzo, liberi da tutto ciò che impedisce l’incontro con Lui.

Al termine della celebrazione eucaristica, la statua, ha raggiunto in processione, la chiesa di San Giovanni Battista. Un esperienza bellissima, che ha riempito di gioia il cuore di tutti, da ripetersi sicuramente il prossimo anno.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI